Le Associazioni, Spazio Giovane, Visioni ed Unikairos, facendo seguito a quanto già oggetto di approfondimento della precedente riunione tenutasi come quella odierna a mezzo collegamento a distanza, nel ribadire ognuno la volontà di affrontare al meglio la futura ed augurabile ripresa economica del comune di Cetraro e dell’intero territorio della costa tirrenica, che si renderà necessaria in conseguenza delle limitazioni determinate da Covid-19, hanno voluto ancora una volta approfondire il tema circa lo stato della sanità sul tirreno cosentino, con particolare riguardo alla struttura del presidio ospedaliero di Cetraro interessato da paventati trasferimenti di vari reparti da Cetraro a Paola, e mentre addirittura una delle cliniche private della vicina Belvedere Marittimo, che peraltro è attiva anche come Pronto Soccorso, ha annunciato di voler avviare la procedura di Cassa Integrazione causa una sopravvenuta contrazione dell’attività determinatasi da Covid-19.
Sulla questione sanità, la decisione finale è stata quella di attivare un sorta di task force all’uopo promuovendo la nascita di un pool di esperti in grado di agire a livello Ministeriale (Ministero della Salute e della Giustizia), coinvolgendo anche la Presidenza della Repubblica e del Consiglio dei Ministri, oltre che a portare alla loro conoscenza l’eventuale esposto-querela da inoltrare alle Procure delle Repubbliche di Catanzaro, di Cosenza e di Paola perché si faccia piena luce su fatti e circostanze che interessano da più tempo la sanità della costa tirrenica cosentina.
Il presente comunicato stampa verrà inviato al Sindaco del Comune di Cetraro affinchè lo stesso possa valutare una propria eventuale condivisione.

Banner gratuiti
Promozione gratuita

Commenti