Buone nuove dalla riunione d’urgenza che si è tenuta ieri pomeriggio nella sede della Provincia. Centralità del meeting è stata la necessità di reperire posgi letto per fronteggiare emergenza epidemiologica e sopperire alla mancanza di posti per i ricoveri

Il sindaco di Corigliano-Rossano, Flavio Stasi, ha sottolineato l’esigenza di “non lasciare i sindaci da soli come fatto finora. Se i dati inoltre sono quelli che sono, sono necessarie misure restrittive e apertura posti letto dato che molti previsti non sono stati proprio realizzati. Il problema gravissimo è quello dei Pronto Soccorso”.

Il commissario dell’Asp di Cosenza, La Regina, ha affermato: “A Rossano abbiamo aperto 50 posti Covid compresi quelli esistenti, e siamo arrivati a 38 più 12 mentre i 4 posti di terapia intensiva della struttura rossanese diventano posti Covid, così da trattare i pazienti gravi in nosocomio anzichè trasferirli all’Annunziata”.

La Regina ha anche annunciato l’apertura di altri 18 posti letto ad Acri e 32 a Cetraro. Persiste però, il problema del personale da impiegare”. Per quanto concerne la richiesta di riattivare l’ospedale da campo per accogliere pazienti Covid, il commissario dell’Asp ha precisato: “Con la Mastrobuono abbiamo individuato un altro stabile per definire anche lì altri posti Covid. Sull’ospedale da campo discuteremo”.

Commenti