Arriva a una settimana di distanza l’analisi di Graziano Di Natale, che ha partecipato alla tornata elettorale del 3 e 4 ottobre come candidato del Pd nella circoscrizione Nord-Provincia di Cosenza.I suoi 5.642 voti non gli hanno permesso di entrare in consiglio regionale, “nonostante tutto – dice Di Natale – da questo risultato bisogna cominciare a ricostruire il centro sinistra calabrese”.L’esponente del Pd spiega che questo traguardo è frutto di un lavoro di squadra messo in campo da giovani riformisti lontani da quelle logiche di partito che negli anni hanno minato e non poco il cammino del Pd.La rivoluzione è lunga, ma guai a chi si ferma. Intanto, Di Natale e i suoi supporter continueranno a lavorare per il cambiamento.

IL COMUNICATO DI GRAZIANO DI NATALE

C’è un risultato che, più di ogni altro, rappresenta il vero fronte dacui ripartire per costruire il nuovo centro sinistra in Calabria.Sono le 5.642 persone che il 3 e 4 ottobre hanno dato fiducia ad ungruppo di giovani, amministratori locali, che dal nulla hanno costruito uno spazio per quanti hanno sete di buona politica.Anche le pietre conoscevano la praticabilità del campo.Una classe politica conservatrice schierata a difendere un fortinoespressione di potere e vecchie logiche che fino all’ultimo haostacolato la nostra corsa.Basti pensare all’esclusione dalle liste della nostra Sindaca LuciaNicoletti. Oggi però i fatti hanno dimostrato che si è creato, finalmente, un nuovo corso all’interno del Partito Democratico Calabrese e nel centro sinistra in generale.Il lavoro di questi mesi ha fatto sì che questa squadra registrassel’unico risultato in crescita.Occorre non ripartire ma continuare.Sì, continuare nel lavoro fatto di incontri, battaglie, impegno, cuore e passione. Qualcuno diceva in giro che le nostre battaglie erano spinte dall’imminente campagna elettorale. Si sbagliava.Il nostro impegno è costituito da un orizzonte diverso.

Un sogno.Esattamente sognare di essere protagonisti della nuova Calabria, quella bella.Struttureremo questa grande comunità in ogni angolo della provincia di Cosenza e ci faremo trovare pronti per i prossimi e imminenti appuntamenti.Anche in politica c’è un’etica, noi lo abbiamo dimostrato.Stare dalla stessa parte e non da più parti, allo stesso tempo, è unvalore!Daremo segnali affinché l’etica possa ancora rappresentare una virtù, inizieremo dalle comunità dove abbiamo investito le nostre energie migliori. Con la stessa forza e con lo stesso spirito, continueremo a gridare nelle piazze, davanti gli ospedali, aiutare chi è solo. Grazie a quanti in queste ore manifestano affetto e simpatia verso una comunità che è già pronta ad affrontare nuove sfide. Il campionato è lungo e lo scudetto si vincerà alla fine”.

Commenti