Fuscaldo, dopo “l’assoluzione” del Parroco il sindaco replica agli attacchi

0
264

 

Riceviamo e Pubblichiamo

“CI STANNO PROVANDO ANCORA, ma, come sempre, sbatteranno contro il muro della verità e della realtà.

Dispiace dover riscontrare un evidente tentativo, da parte della minoranza consiliare e di quella extraconsiliare, di strumentalizzare qualsiasi mio intervento, mettendomi in bocca parole e concetti mai pronunciati, né pensati. Il rispetto e la considerazione che ho verso la Magistratura, che giustamente sta svolgendo il proprio ruolo, non sono mai stati messi in discussione, anzi. In tutte le circostanze, ho espresso con serenità, e continuo a farlo anche ora, estrema ed incondizionata fiducia sia negli organi inquirenti, che in quelli giudicanti.

Certo, mi professo innocente perché sento di esserlo, così come dice la mia coscienza pulita, che mi accompagna e così come dice la legge e la Costituzione italiana, a meno che non vorrebbero essere proprio le opposizioni ed i nostri avversari politici, con questi
atteggiamenti denigratori, a volersi sostituire ai giudici.

Ci sono poi altri aspetti, che fanno comprendere il clima di odio e di caos, che vorrebbero insinuare nella nostra comunità. Ma quello fuscaldese, purtroppo per loro, è un popolo troppo intelligente.
Ad ogni modo, di queste ed altre cose, ne riparleremo domani. Con la sobrietà che ci ha sempre contraddistinti e senza cedere alle provocazioni di chi è stato bocciato da voi tutti e che ancora, a quanto pare, non ha ben compreso che, in democrazia, le elezioni si vincono con il vostro consenso e non gettando fango sulle persone oneste e perbene”

 

 

Commenti