“Belvedere Marittimo al buio, e non è una metafora” è quanto Afferma Riccardo Ugolino, esponente politico del centrosinistra nel comune dell’alto Tirreno Cosentino, che prosegue

“È da tempo che i residenti nel Centro storico, nella Marina,in alcune contrade, lamentano la scarsa manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione.
Noi di Belvederecambiaverso, in attesa di ulteriori sopralluoghi, abbiamo verificato che non sono funzionanti
n. 93 punti luce : in via G. Fortunato 30/58in via della Repubblica 14/26, in piazza Amellino 13/45, in piazza Castello 3/18 all’Acquaro 5/6 a S.Antonio Abate n. 10, alla Petrosa n. 3, lungo la strada Aquaro-bivio S.Andrea 6/6, dalla Rocca a Laise 9/ 45.
Ciò che stupisce non è solo la percentuale altissima ( 40%) degli organi illuminanti che non funzionano, né i tanti lampioni con fili scoperti, che pure costituiscono un grave pericolo, né quelli con lampadine per uso domestico.
Ciò che stupisce è che l’Amministrazione comunale non ha ancora bandito la gara per la manutenzione degli impianti di sollevamento e di pubblica illuminazione, preferendo l’affidamento diretto del servizio a una trasparente selezione pubblica.
In conclusione, a oltre un anno e mezzo ( 19 mesi) dal suo insediamento, l’Amministrazione comunale, non ha bandito la gara, ha speso circa 30.000 euro per una inefficiente manutenzione, lascia Belvedere al buio.

Commenti