Paola, un seminario per discutere di “Sicurezza come bene comune”

0
57

Si terrà venerdì 9 novembre alle  ore 17.00, presso la Sala Riunioni del Dopolavoro Ferroviario Rione Giacontesi  a Paola, CS, il seminario informativo per la prevenzione e  per l’assunzione di comportamenti utili per  difendersi da truffe e raggiri. Il progetto “La Sicurezza come Bene Comune” è un intervento sociale finanziato da Fondazione Con il Sud e realizzato  dall’Anteas Cosenza capofila di un network di 5 Anteas locali: Rossano, San Giovanni in Fiore, Paola, Luzzi e Corigliano, con il Patrocinio del Comune di Cosenza e il supporto della Questura di Cosenza  e delle altre Forze dell’Ordine.

Alla conferenza  saranno presenti il Sindaco di Paola, Roberto Perrotta, Funzionari della Questura di Cosenza, il  Presidente Provinciale Fed Pensionati Cisl Salvatore Graziano, la Presidente Provinciale Acli, Caterina De Rose, il presidente ANPS Emilio Monaco e il Presidente Anteas Cosenza Benito Rocca.  Il seminario rivolto agli over 65 e alle loro famiglie, è aperto a tutta la cittadinanza perchè il fenomeno delle truffe – in tutte le sue forme e modalità – si sta ormai diffondendo in modo preoccupante fra tutte le fasce d’età della nostra società.

L’incontro  ha l’obiettivo di fornire indicazioni e suggerimenti agli anziani perchè possano evitare di cadere in truffe e raggiri e per apprendere come evitare l’esposizione al pericolo. “ In questi ultimi mesi abbiamo assistito ad una recrudescenza del fenomeno delle truffe a danno degli anziani- dichiara il Presidente dell’Anteas Cosenza, Benito Rocca” – ed è per questo che i beneficiari del nostro progetto sono proprio loro, gli  anziani. E per aiutarli a contrastare questo tipo di reati abbiamo preparato un vademecum pensato e scritto in maniera semplice per poter essere usufruito da tutti, un vademecum che cerca di spiegare come difendersi e come prevenire il reato. E vorrei anche ricordare il nostro numero verde 800 521 999, numero utile a segnalare tentativi, sospetti, chiedere informazioni, segnalare situazioni, circostanze, per condividere e  monitorare il territorio, per chiedere aiuto in caso di necessità.”

 

Il seminario, strutturato in forma interattiva, prevede un primo saluto da parte dei relatori, una successiva fase in cui saranno illustrate i reati più comuni,  le truffe classiche e quelle di nuova generazione che investono il mondo del web ed infine uno scambio di esperienze e di vissuti da parte della platea.

L’entrata è libera  e nel corso del seminario sarà distribuito il vademecum a tutti i presenti.

Commenti