Un gradito ritorno. Ieri, nella suggestiva cornice del Cinema Teatro Odeon, si sono riaccese le telecamere della storica emittente televisiva di “Tele Radio Immagine”. Il progetto giornalistico coadiuvato dall’esperienza trentennale dello storico conduttore e scrittore, Carmelo Olivella e da Alessandro De Cesare, unitamente al suo staff, si é arricchito delle capacità del giornalista pubblicista, Francesco Frangella, già corrispondente de “Il Quotidiano del sud” e capo direttore de “Il marsili notizie” e del blogger, con esperienza giornalistica su “La Provincia di Cosenza” Emanuele Molinaro. Tele Radio Immagine è tornata, ed irrompe nuovamente nello scenario dell’informazione della provincia di Cosenza, con un format nuovo e rinnovato, che punta però, anche sulle antiche peculiarità. È andata in onda sul canale 638 del digitale terrestre, “Il Punto” dedicato alla politica, che ha avuto tra gli ospiti il sindaco di Paola, Roberto Perrotta, il parroco e presidente della Caritas provinciale, Don Bruno, il presidente dell’associazione commercianti (UniPro) Paolo Romagno e Francesco Imbroisi in rappresentanza dei balneari e de “La riviera di San Francesco”.

Dibattito ovviamente moderato da Carmelo Olivella. Tema dell’agorà l’emergenza coronavirus. Dalle origini dell’incubo alla ripartenza. Una chiacchierata che ha lasciato tanti spunti interessanti, mai raccontati in televisione. Don Bruno ed il sindaco Perrotta nel voler ringraziare i cittadini per i sacrifici fatti nei mesi di lockdown, hanno raccontato quanto vissuto emotivamente. “Mesi difficili, nei quali abbiamo riposto grande fede e fiducia nel Santo Patrono Della Calabria”. Il primo cittadino ed il parroco sono sicuri “San Francesco ci ha graziati, in Calabria l’epidemia ci ha sfiorato” Ed ancora “È stato un 4 Maggio strano ma per alcuni versi probabilmente ancora più bello, fortemente sentito”. L’attenzione si è poi spostata sulla fase tre che concerne con la ripartenza. Se ne è discusso anche con Paolo Romagno e Francesco Imbroisi, ospiti in studio, espressione della parte produttiva della città in quanto commerciante il primo e balneare il secondo. Proprio Imbroisi, membro della “Riviera di San Francesco” ha affermato di essere in piena sintonia con le scelte dell’amministrazione comunale “Il sindaco e la giunta ci sono venuti incontro. Quando abbiamo avuto la riunione per programmare l’estate 2020 abbiamo trovato la quadra in poco tempo. I titolari degli stabilimenti balneari faranno rispettare le regole nei propri lidi, mentre il comune sarà fondamentale nel controllo della spiaggia libera. Questa discussione interessa tutta la regione Calabria, da Scilla a Paola, ma nella nostra città siamo uniti. Non ci saranno polemiche. Stiamo impiegando tante risorse, ma non ci sentiamo soli”. Sulla stessa lunghezza d’onda, Paolo Romagno presidente dell’associazione commercianti (Unipro) “Noi abbiamo chiuso a malincuore ma con la consapevolezza che fosse necessario. Ci siamo sempre sentiti telefonicamente con il sindaco. Non siamo mai stati soli. Adesso, stiamo facendo rispettare le regole che abbiamo discusso insieme al sindaco e alla maggioranza. Abbiamo chiesto noi l’isola pedonale con una raccolta firme, e senza polemiche la proposta è stata accettata in comune. Noi ribadiamo disponibilità al sindaco per affrontare la fase tre, avendone ricevuta tanta nei momenti brutti. Inoltre, l’amministrazione intende supportarci anche economicamente per facilitare la ripresa”. Infine, il sindaco ha risposto ad una pepata domanda del conduttore, sulla giunta comunale “Non sarà la stessa giunta. Ci saranno dei cambi, ma non posso fare nomi. Abbiamo a malincuore preso atto delle dimissioni del vicesindaco che io ho voluto fortemente. Ha fatto un lavoro eccezionale. Lo ringrazio. Abbiamo tanto altro da fare, dalle rotatorie, sulla ss18 e a Sotterra, al parcheggio sul lungomare”.

Commenti