Si è concluso con una condanna il processo di primo grado a carico di Francesco Mazzei, 41 anni, accusato di violenza sessuale e sequestro di persona. Il tribunale gli ha inflitto cinque anni e otto mesi di reclusione per avere  abusato di un tredicenne nei sotterranei della stazione vagliolise di Cosenza, ad un altro ragazzo, affetto da autismo, di 17 anni, amico della vittima. 

Commenti