Grande soddisfazione per i risultati raggiunti al corso appena concluso a Scilla il 21 maggio 2022 dal titolo “TSLB e TSRM: un’intesa sinergica per la valorizzazione dell’area tecnico – sanitaria all’interno dei nuovi servizi diagnostici territoriali” organizzato in sinergia da tutte e tre gli ordini TSRM e Pstrp della Calabria e dalle Commissioni D’Albo Nazionale dei Tecnici di Laboratorio e dei Tecnici di Radiologia Medica.

I tre ordini rappresentati dai rispettivi presidenti: il  dott. Liserre Salvatore in rappresentanza della provincia di Cosenza,  il dott. Morgante Massimo per Reggio Calabria e  il dott. De Biasi Giovanni per le province di CZ-KR-VV.

Il gruppo dei TSRM è stato rappresentato dalla presidente Nazionale dei TSRM  dott.ssa Carmela Galdieri e  e mentre i TSLB rappresentati dal presidente nazionale dei TSLB dott. Saverio Stanziale,  presente inoltre il vicepresidente  della Federazione  Nazionale dei TSRM e PSTRP : dott. Diego Catania.

 Il corso ha visto anche la presenza del sindaco di Scilla: il dott. Pasqualino Ciccone, che ha ringraziato tutti i professionisti sanitari calabresi afferiti nella splendida città tirrenica per il lavoro svolto a servizio di tutti i cittadini, soprattutto in questi due anni pandemici.

Il presidente dell’ordine di  Cosenza, il dott. Liserre   ha ribadito l’importante missione di tutti  i professionisti sanitari che operano nella sanità calabrese dando risalto alla legalità, ricordando il “ Patto di Limbadi” sottoscritto il 13 luglio dello scorso anno  per la promuovere la legalità, l’etica e dell’impegno politico-sociale contro le mafie, in un luogo simbolo quale l’Università della Ricerca, della Memoria e dell’Impegno, che  ha sede nel Comune di Limbadi (VV), in un immobile sequestrato alla mafia e riconvertito in centro studi.  Ha evidenziato  l’impegno degli ordini nella  stretta collaborazione con i protagonisti  in questa lotta :  Don Pio Luigi Ciotti presbitero e attivista italiano, ispiratore e fondatore dapprima del Gruppo Abele, come aiuto ai tossicodipendenti e altre varie dipendenze, quindi dell’Associazione Libera contro i soprusi delle mafie in tutta Italia e con Don Ennio Stamile , coordinatore di Libera Calabria.

L’evento suddiviso in 4 sessioni, è stato moderato da vari professionisti esperti TLSB E TSRM in ambito nazionale , con una presenza eccezionale di una figura dell’area della riabilitazione: la dott.ssa Molinaro Erika, Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, che  ha significativamente rappresentato l’ottima armonizzazione e interprofessionalità all’interno degli Ordini calabresi , in cui afferiscono ben 19 professioni sanitarie.

 I Tecnici sanitari di laboratorio biomedico e i Tecnici sanitari di radiologia medica si sono incontrati per avviare un dialogo finalizzato a costruire modelli organizzativi che garantiscano la qualità e la sicurezza dei processi diagnostici, sfruttando le applicazioni di telemedicina, grazie alla presenza di eccellenti relatori tra cui la dott.ssa Martignetti Pierina con la sua relazione dal titolo: “Il protocollo della teleradiologia e il ruolo del TSRM: un esperienza  nell’Asp di Cosenza”.

 Inoltre il corso ha reso possibile il confronto sulle opportunità professionali offerte dalla sanità territoriale grazie al PNRR, messo in evidenza nelle relazioni della terza sessione, in particolare dal dott Antonio Venturo con la sua presentazione dal titolo: “Progetto organizzativo per la rete diagnostica nelle Case della Salute e nelle strutture di prossimità previste dal PNRR in Calabria”.

Ci auguriamo di continuare in questa direzione nel diffondere una “Cultura Sanitaria” perché la salute è un bene prezioso e un diritto per tutti, anche in Calabria.

Facebook Notice for EU! You need to login to view and post FB Comments!