Eccellenza, la Paolana é ultima in classifica, esplode la rabbia dei tifosi

0
430

Una tifoseria umiliata, ferita nell’orgoglio. Una tradizione calcistica mortificata. La Paolana 1922, é attualmente ultima in classifica nel massimo campionato regionale calabrese.

Dopo l’ennesima sconfitta consecutiva, gli uomini di mister Colombo sono apparsi in grande difficoltà, e la prossima partita con il Sambiase, in un derby dalla storica rivalità per i tifosi, non fa dormire sonni sereni ai tifosi biancoazzurri.

Quest’ultimi, sempre presenti, non hanno digerito l’ultima sconfitta ed hanno attaccato senza mezzi termini l’attuale società, e la squadra, con una presa di posizione netta

“Non è possibile una situazione del genere. L’umiliazione di essere ultimi, la mancanza di grinta e di attaccamento alla nostra storica maglietta. Che si prendano provvedimenti seri per cercare di salvare il salvabile. L’U.S. Paolana 1922 non merita questo. Qui non si vuole additare nessuno per presunte colpe o errori, bensì si vuole unicamente cercare di invertire una rotta segnata…
Se ci possono essere soluzioni, che si prendano in considerazione.
Che si pensi a fare il bene dell’ U.S. Paolana 1922.”

Sotto accusa la società, ritenuta colpevole di aver chiuso le porte a chi negli anni passati aveva fatto calcio a Paola, centrando persino una finale Play-off e diverse salvezze tranquille.

La nuova dirigenza é accusata dai fedelissimi, anche, di puntare solo sul settore giovanile e di non spendere soldi per la prima squadra.

Una situazione che ribolle, e di soluzioni concrete, in vista neanche l’ombra. I dubbi sono tanti. Riuscirà la Paolana a salvarsi? Se dovesse essere retrocessione verrà allestita una squadra in grado di risalire in Eccellenza o si cercherà di stare in un campionato “più economico” come quello della Promozione?

Dubbi, ansie e paure che alimentano il malcontento della storica tifoseria tirrenica, considerando che, il centenario della società sportiva 1922 é ormai alle porte.

I tifosi, stando ad indiscrezioni, avrebbero finito la pazienza, e la contestazione, sarebbe ormai dietro l’angolo.

Commenti