La maggioranza consiliare approva all’unanimità dei presenti il rendiconto dell’esercizio finanziario 2020, il documento unico di programmazione 2021/2023, il bilancio di previsione 2021/2023 e la salvaguardia degli equilibri di bilancio 2021/2023. Sui vari punti all’ordine del giorno ha relazionato l’assessore al bilancio Luigi Russo.   In relazione al consuntivo 2020 l’assessore Russo ha specificato di aver ereditato il bilancio pluriennale 2020/2022, già approvato dall’allora Commissario Straordinario portando a termine un esercizio la cui programmazione non è stata effettuata dall’attuale maggioranza.   Il risultato di amministrazione 2020 evidenzia, tra le altre cose, che la quota di disavanzo 2020 stanziata a bilancio 2020/2022 pari ad € 2.785.866,02 è stata ripianata. Difatti il risultato di amministrazione 2019 pari a – € 27.803.021.02, detratta la quota di disavanzo 2020 da ripianare pari ad € 2.785.866.02, ammonterebbe ad € -25.017.155,00. Come si evince dal consuntivo 2020 l’esercizio si chiude con un disavanzo di -25.003.763,80. In definitiva l’ente ha chiuso con un maggior recupero di € 13.391,20 rispetto all’obiettivo.    In relazione al dup e al bilancio di previsione 2021/2023 l’ente ha dovuto rispettare i vincoli imposti dalla procedura di riequilibrio finanziario in atto dal 2013 al 2022, ad esempio garantendo per alcuni servizi la copertura integrale dei costi con i proventi delle tariffe (nettezza urbana, acquedotto). Inoltre la struttura comunale presenta una dotazione organica sotto dotata che in qualche modo andrà ripianata, specie in alcuni settori, considerando i pensionamenti ai quali si dovrà far fronte, ancora per l’anno 2021 e 2022. In un contesto socio–economico che evidenzia le difficoltà delle famiglie a soddisfare le esigenze quotidiane, il tutto maggiormente aggravato dal Covid 19, è chiaro che il processo di riscossione delle entrate comunali ne ha risentito inevitabilmente.   Nonostante tutto, l’ente con questo bilancio ha inteso programmare ed offrire servizi adeguati. Sono state soddisfatte tutte le richieste formulate, dai settori comunali, in merito all’attribuzione delle risorse necessarie per l’attuazione delle attività programmate. Occorre ricordare che l’ente è tenuto a rimborsare circa 1milione e 500mila euro all’anno per le anticipazioni di liquidità ottenute sin dal 2013. Stiamo ponendo la massima attenzione al fine di intercettare risorse extracomunali e già abbiamo ottenuto: finanziamento regionale rete fognaria di € 450.000 con decreto; finanziamento scuola materna di € 1.700.000 con decreto e in gara su mepa; finanziamento scuola elementare e media di € 2.300.000 con decreto; finanziamento di € 100.000 per manutenzione strade con decreto firmato.   Abbiamo messo a bando il servizio per la gestione del servizio rifiuti con un risparmio di € 300.000 all’anno per l’ente e abbiamo predisposto la valorizzazione della struttura comunale in via Piave (autoparco) che porterà nelle casse comunali altri 25.000 € all’anno e ad evitare che la struttura deperisca.   E’ In fase di progettazione l’intervento sui manti stradali per un importo di € 187.000 finanziati dal ministero. E’ In fase di progettazione l’intervento sui marciapiedi per un importo di € 45.000 finanziati dal ministero.   Inoltre sono ancora aperti bandi di gara che potrebbero portare ulteriori risorse all’amministrazione: bando sport e periferie € 700.000; bando per la riqualificazione palestra comunale € 345.000 (siamo in graduatoria); bando per la rete idrica € 1.100.000; bando per la depurazione € 850.000.   Si sta lavorando con la Regione Calabria e Sorical  per la restituzione della condotta del tratto Orsomarso / Scalea per far si che le letture dei contatori siano prese dopo le vasche di accumulo di Scalea, perché durante il tratto non sappiamo se ci sono perdite di acqua e questo comporta ulteriori spese per il comune e automaticamente per il cittadino.   Abbiamo ottenuto da Sorical una nota di credito di € 230.000 e, al fine di contrastare il fenomeno elusivo ed evasivo dei tributi comunali, l’amministrazione ha deliberato in giunta il subordino del rilascio delle residenze o trasferimenti di residenza, all’iscrizione ai ruoli comunali presso l’ufficio tributi; abbiamo deliberato una transazione tra Comune e Acqua Consult Srl (la società che di occupa della depurazione) per una riduzione dei costi per l’anno 2021 di € 32.000.   Tutti questi sforzi sono finalizzati a non gravare con ulteriori spese sul bilancio e andare nella direzione di ridurre il carico fiscale per i cittadini.   La maggioranza ha così approvato tutti i punti all’ordine del giorno con l’assenza dei consiglieri di opposizione i quali hanno abbandonato l’aula a causa di una presunta illegittimità circa la firma apposta sui pareri relativi ai documenti in discussione.   Dopo una breve pausa la segretaria comunale ha spiegato che la firma apposta sui pareri dal sostituto del dirigente incaricato era da considerarsi assolutamente legittima ai sensi dell’articolo 109 comma 2 Dlgs 267 2000.

Commenti