Detto, fatto. La Politica cetrarese mostra i muscoli ed il consigliere Comunale Tommaso Cesareo lancia un monito importante, aumentando i decibel di una protesta popolare scatenata delle ultime ( per la verità le prime ) decisioni del commissario dell’Asp di Cosenza.

“Il tempo delle parole (comprese le mie), é finito -Aveva dichiarato ieri Cesareo- In qualità di Consigliere comunale, domattina mi recherò presso la Procura della Repubblica di Paola dove presenterò una denuncia contro il Commissario Straordinario DELL’ASP di Cosenza, per interruzione di pubblico servizio, per aver decretato la chiusura notturna del reparto di Pediatria. Non si gioca sulla salute degli utenti, ancor più se si tratta di bambini! Tra le altre cose l’unità operativa complessa di Pediatria dello Spoke Cetraro-Paola é l’unica rimasta ad operare in un territorio vasto come quello del Tirreno Cosentino e parte della Valle dell’Esaro. Siamo arrivati davvero al capolinea. Vediamo se almeno la Magistratura riesce a fare giustizia di decreti scellerati e senza logica alcuna”. Detto, fatto. Appunto.

Commenti