“Basta con le mezze verità e con le menzogne” Tuona il candidato sindaco della coalizione “Cambiamo Cetraro” Ermanno Cennamo. La campagna elettorale del comune tirrenico è ormai entrate nel vivo, e Cennamo ha riservato al competitor, Angelo Aita, una dura stoccata, che di seguito riportiamo

“È sotto gli occhi di tutti lo stato di abbandono e degrado in cui versano le opere pubbliche realizzate negli anni in cui ho avuto anch’io l’onore e l’onere di amministrare questa città. In quegli anni, grazie ai cospicui finanziamenti ricevuti , abbiamo avuto modo di offrire prospettive di rilancio e di sviluppo a questa città. Ne vado fiero perché su quelle opere c’è anche la mia firma e quella di tanti amministratori che oggi hanno scelto di sostenere il progetto cambiamo Cetraro. Non un solo uomo al comando quindi ma un ragionamento d’insieme al servizio della comunità che abbiamo amministrato. Oggi però c’è bisogno di cambiamento perché nei cinque anni appena trascorsi tutto ciò che è stato realizzato è stato abbandonato all’incuria ed al degrado. È nostro dovere pensare alla manutenzione ed al decoro perché a nulla serve ricordare com’era e com’è. Basti pensare a come sono state ridotte le opere realizzate: centro polisportivo, lungomare, porto, lungomare lampetia, isola ecologica, piazza della solidarietà, piazza San Marco. I cittadini hanno occhi per vedere e maturità per giudicare. Siamo certi che non abboccheranno alle chiacchiere ed ai facili proclami”.

Commenti