Istallato da qualche giorno, il transennamento per tutelare l’incolumità dei cittadini impedendo l’accesso al sentiero che porta all’Arcomagno per pericoli di caduta massi è stato scardinato in un punto almeno dalla serata dell’11 luglio 2020, a cui si riferisce la foto , da chi o da coloro che evidentemente hanno interesse a che tale accesso rimanga aperto e non invece attenzione alla sicurezza ed alla incolunità delle persone. Dopo di che l’afflusso al sito è proseguito indisturbato in tutti i sensi.
Se è vero che coloro che si avviano per il sentiero per l’Arcomagno sono comunque avvertiti del pericolo e che quindi sono anch’essi responsabili delle proprie azioni, è però vero che vi è l’ obbligo a far osservare l’Ordinanza Sindacale n. 22 del 11.11.2019 emessa dal Sindaco del Comune di San Nicola Arcella tramite la Vigilanza dell’ “Ufficio di Polizia Municipale e gli altri agenti della Forza Pubblica” e, nei confronti dei trasgressori , l’inottemperanza al rispetto dell’Ordinanza comporta l’applicazione di sanzioni amministrative da € 25 a 500, fatto salvo l’ipotesi dei rato .
Costatiamo, per quanto ci è dato di sapere, che il flusso dei visitatori all’Arcomagno è proseguito tranquillamente senza che presumibilmente alcuno l’abbia dunque impedito o elevato sanzioni. Del resto basta chiederlo all’Ufficio di Polizia Municipale per avere conferma dei dati.

Commenti