Incredibile tira e molla, condito da veleni, polemiche e colpi di scena. Le attività del reparto di Ginecologia restano allo Iannelli di Cetraro. Sospeso lo spostamento momentaneo all’ospedale di Paola, dato che, sono state garantite al direttore sanitario, Vincenzo Cesareo, le condizioni per operare H24.Al San Francesco “Solo” le attività urgenti di Urologia.

La Nota dei capigruppo del comune di Cetraro

Ginecologia e Ostetricia rimangono a Cetraro.

I capi gruppo consiliari Ermanno Cennamo, Tommaso Cesareo, Samuele Losardo e Franco Pascarelli, coordinati dal Presidente del Consiglio Comunale Carmine Quercia, hanno contribuito al buon esito della grave situazione in cui era venuto a trovarsi il nosocomio Cetrarese con il ventilato passaggio del reparto di ostetricia e ginecologia a Paola.

Il lavoro di mediazione svolto tra la Direzione Sanitaria, il Primario dell’Uoc e l’Asp di Cosenza ha evitato lo spostamento del reparto, che resterà dunque a Cetraro.

Un risultato questo che è frutto della efficace sinergia tra il civico consesso, la direzione sanitaria, il commissario dell’Asp ed il primario dell’Uoc Ginecologia- Ostetricia.

I capi gruppo hanno mantenuto un perenne rapporto con il direttore sanitario ed il sindaco con l’intento di risolvere i problemi del nosocomio nell’interesse dalla collettività.

Quando si lavora insieme, i risultati arrivano.

Commenti