San Lucido, una maggioranza “Collaborativa” attenziona l’istruzione scolastica

Novello "Scuola parte attiva nei principali eventi promossi sul territorio"

0
560

 

Tra i valori che sono alla base dell’operato della nuova amministrazione di San Lucido, guidata dal Dott. Leverino Bruno, assume un ruolo fondamentale quello della “collaborazione”.           

I membri della compagine risultata vincente nelle elezioni dello scorso giugno hanno difatti più e più volte ribadito la volontà di garantire un Comune aperto ai cittadini, alle associazioni, ai commercianti, alle scuole e a tutti gli attori presenti sul territorio di San Lucido.

Ogni amministrazione che si rispetti non può operare in solitario, ma deve sforzarsi per creare una fitta rete di rapporti che coinvolga in maniera trasversale tutte le realtà del nostro comune, prima fra tutte l’istituzione scolastica. Le nostre scuole, come ben risaputo, necessitano di continue attenzioni, a volte anche più di quelle che un comune come il nostro è in grado di offrire.  Nei primi mesi del nostro mandato abbiamo cercato sin da subito un confronto con la Dirigente Scolastica, con le insegnanti e con tutti gli appartenenti al mondo scuola.

Posso certamente ammettere di aver trovato persone comprensive, aperte al dialogo e disponibili ad ascoltare le nostre proposte con spirito collaborativo e costruttivo. Già negli scorsi mesi ed, in particolare, nel momento della definizione del PTOF (Piano Triennale dell’Offerta Formativa), la scuola, in persona della Dott.ssa Anna Osso, ha invitato me e l’Assessore allo sport, Emilia Ambrosi, per ascoltare le nostre proposte., in un clima di partecipazione e condivisione reciproca di idee. Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente la nostra Dirigente Scolastica e il Consiglio d’Istituto che, durante le festività appena trascorse, si è riunito in via straordinaria per consentirci di utilizzare la palestra scolastica nella giornata del 28 Dicembre per un’iniziativa di grande rilevanza sportiva e sociale. Iniziativa che ha riscosso un notevole successo e che, si spera, sia soltanto la prima di una lunga serie di iniziative che porteremo a termine con le nostre scuole.

È quanto affermato dall’Assessore alla Pubblica Istruzione, l’Avv. Isabella Montagnese, che ha tenuto in maniera particolare a sottolineare l’operato della Dirigente Scolastica, la Dott.ssa Anna Osso, e di tutte le insegnanti, sempre disponibili e pronte a collaborare, anche tra mille difficoltà.  Dello stesso avviso anche un altro membro della nuova amministrazione, il capogruppo consiliare di maggioranza, Dott. Luigi Novello (Foto), che si è già più volte trovato a discutere con la Dirigente di una serie di progetti che vedranno coinvolti l’amministrazione comunale e le scuole presenti sul territorio.

Intendiamo dar vita– spiega il consigliere Novello- ad una nuova fase di condivisione di progetti e di idee con le istituzioni scolastiche, rendendole partecipi delle iniziative promosse dall’Ente comune e prendendo parte a nostra volta a quelle intraprese dalle scuole. Ci proponiamo di valorizzare ancor più il rapporto che lega la scuola all’amministrazione, per consentire alla scuola di diventare parte attiva nei principali eventi promossi sul territorio. È necessario evitare che il Dirigente Scolastico da un parte, e l’Amministrazione comunale dall’altra, possano sentirsi e comportarsi come entità distinte, ciascuna arroccata nel proprio mondo e nei propri problemi. Gli amministratori devono essere un punto di riferimento costante per la scuola e la scuola, dal canto suo, deve poter partecipare alle iniziative comunali, fornendo un contributo fattivo. E’ un’idea ambiziosa, ma sono certo che la strada intrapresa sia quella giusta. Difatti, – prosegue il consigliere Novello- nei precedenti incontri avuti con il personale scolastico, sia io che il nostro Assessore alla Pubblica Istruzione, Isabella Montagnese, abbiamo riscontrato con piacere un clima disteso e collaborativo. Ciò deve per noi fungere da sprono e spingerci ancor di più a tutelare, valorizzare e promuovere le nostre scuole e, di conseguenza, il nostro futuro.”

Commenti