Paola, Domani niente raccolta rifiuti, sciopero di Ecologia Oggi

0
370

Dalla pagina Facebook “Città di Paola” 

 

Si avvisa la cittadinanza che la società Ecologia Oggi, deputata al servizio di raccolta dei rifiuti mediante la modalità “porta a porta”, ha informato che qualora vi fosse adesione di proprio personale allo sciopero nazionale dell’ 8 Marzo (della durata di 24 ore) – proclamato dall’organizzazione sindacale USB per le Aziende Pubbliche e Private dell’Igiene Ambientale – verranno rese esclusivamente “prestazioni indispensabili” (tra le quali non rientra il servizio di raccolta domestica abitualmente espletato nel comune di Paola).

Si invita quindi la cittadinanza ad attenersi a quanto comunicato, evitando di predisporre il mastello contenente la spazzatura che per domani (8 Marzo 2018) avrebbe previsto la raccolta dell’umido.
Non essendo in grado di stabilire se i lavoratori operanti per l’azienda siano intenzionati a scioperare, la ditta Ecologia Oggi ha sollecitato l’amministrazione ad informare i cittadini del fatto che «durante la giornata di sciopero dell’ 8 marzo 2018 non dovranno conferire i rifiuti differenziati» e che dalla società saranno rese «solo le prestazioni indispensabili previste dalla legge».
Per prestazioni “indispensabili” sono da intendersi:
1. Raccolta e trasporto dei rifiuti definiti pericolosi ai sensi della normativa vigente di legge.
2. Raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani ed assimilati pertinenti a: – utenze scolastiche; – mense pubbliche e private di enti assistenziali; – ospedali – case di cura -comunità terapeutiche (compreso lo spazzamento della viabilità interna); – ospizi, centri di accoglienza, orfanotrofi; – stazioni ferroviarie, marittime, aeroportuali; – caserme; -carceri.
3. Pulizia (spazzamento, raccolta dei rifiuti e lavaggio): dei mercati; delle aree di sosta attrezzate; delle aree di grande interesse turistico museale in misura non superiore al 20% delle aree dei centri storici, così come individuate dai piani regolatori dei Comuni.
4. Trasporto, svuotamento dei mezzi di raccolta e trattamento negli impianti, comprese le discariche, dei rifiuti derivanti dalle prestazioni indispensabili e da altri mezzi eventualmente in servizio, avuto riguardo al personale strettamente necessario alla loro effettuazione e alle caratteristiche tecniche dell’impianto, con la salvaguardia della erogazione di energia elettrica e/o termica nei servizi a rete.
5. Trattamento delle acque negli impianti di potabilizzazione, desalinizzazione e depurazione
6. Raccolta delle siringhe, nonché disinfestazione, derattizzazione e disinfezione per casi urgenti e su segnalazione dell’autorità sanitaria e per ogni altro caso che sia oggetto di ordinanza emessa da parte dell’autorità sanitaria c/o di pubblica sicurezza.
7. Servizio di pronto intervento da parte delle officine per l’assistenza ai mezzi ed ai macchinari in servizio.
8. Ripristino delle condizioni di sicurezza e dell’agibilità stradale a seguito di frane, nevicate, allagamenti e ostruzioni di reti fognarie. Presidio di pronto intervento.
9. Servizio di vigilanza e di pronto intervento relativamente alla sicurezza dei cantieri e alla gestione degli immobili delle ATER.
10. Attività funerarie (con riferimento all’Accordo 29.7.1991 per gli addetti ai servizi funerari nonché al D.P.R. n. 285/1990).
11. Altre attività eventualmente svolte dalle imprese in applicazione dell’Accordo Regioni – Enti Locali 6/7/1995, che rientrino nel campo di applicazione dell’art. 1 della Legge n. 146/1990.

 

Commenti