Intanto, nel ringraziare pubblicamente il Vice Ministro della Salute, Pierpaolo Sileri, per aver risposto alla mia richiesta di intervento, sono realmente soddisfatto del fatto che abbia compreso la bontà di questa limpida azione, nata dal basso e scaturita in una battaglia comune, con protagonisti i Calabresi onesti e stanchi, che rivendicano il diritto alla salute. Il nostro impegno, dal mese di Marzo, non è mai venuto meno, se si tiene in conto che, mentre a Palazzo Campanella pensavano alla riapertura delle discoteche, io chiedevo a gran voce la realizzazione dei posti di Terapia Intensiva in Calabria come a Paola”. È quanto afferma, Graziano Di Natale, vicepresidente della commissione regionale contro la Ndrangheta, anche a seguito della consueta diretta “Di venerdì”.

Nella risposta del vice Ministro Sileri, al consigliere regionale eletto nella lista “IorestoinCalabria” evince che “In merito alla richiesta di notizie circa i 4 posti letto di terpia Intensiva presso la struttura ospedaliera di Paola, si informa che questo ufficio si è attivato immediatamente cottandando il Commissario Straordinario dell’ASP di Cosenza dott.ssa Bettelini” ed ancora “Quanto necessario per attivare i 4 posti letto di Terapia Intensiva è stato ricondotto ai finanziamenti previsti dall’art. 2 del D.L. 34/2020 convertito in L. 70/2020, come verificabile in DCA 91/2020 di Regione Calabria. La dott.ssa Bettelini -Infine- riferisce di aver dato da subito priorità all’acquisizione delle attrezzature necessarie per lallestimento di 4 posti letto di terapia Intensiva presso lo
stabilimento ospedaliero di Paola, ribadendo l’incessante impegno dell’Azienda Sanitaria di
Cosenza nel risolvere positivamente la situazione”.

Se per il reparto di rianimazione “È iniziato il secondo tempo”, nell’agorà social, il segretario-questore dell’assemblea regionale, ha offerto, tra gli altri, uno spunto interessante in vista delle ormai prossime festività natalizie. Sarà, per forza di cose, un Natale atipico, sebbene la Calabria, da Domenica sarà zona arancione. In un’ottica solidale, di sostegno ai meno fortunati, e ai commercianti, l’avvocato paolano, ha inteso dichiarare “Nei giorni scorsi, ho proposto alla regione; ma è come parlare da solo; di trovare misure urgenti per erogare incentivi a quei commercianti che hanno dovuto chiudere le proprie attività. Sarebbe un bel segnale, contribuendo a pagare il fitto. A Paola Propone Di Natale- andiamo verso il Natale, rinunciamo a spendere i soldi delle luminarie per sostenere i commercianti. È la mia proposta e spero venga accolta, senza le solite polemiche. Auspico che si possa trovare la formula giusta per aiutare i commercianti”.

Commenti