Cumuli di rifiuti abbandonati che vengono puntualmente inceneriti. Il fenomeno è in aumento, purtroppo. Di qui le preoccupazioni del presidio ambientalista di Italia Nostra, che scrive un’ennesima denuncia alle autorità competenti. L’ultimo episodio si è verificato nel comune di Grisolia.

“Abbiamo più volte denunciato direttamente ed indirettamente lo stato del grave abbandono dei rifiuti sul territorio, certamente da addebitare a soggetti non solo incivili ma anche delinquenti. Ora si procede anche con gli incendi soprattutto di rifiuti plastici che liberano nell’ aria sostanze tossiche che inquinano e contribuiscono a degradare la nostra atmosfera. Questi piromani dei boschi e dei rifiuti pare si sentano sicuri nel loro agire perché queste attività più volte segnalate e certamente a conoscenza delle autorità continuano e non solo a Grisolia. Per queste ragioni non possiamo che richiamare chi ha la competenza in materia a cominciare dai Sindaci perché assumano le contromisure necessarie a tutelare l’ambiente. Se si continua di questo passo altro che Transizione Ecologica: bruciare i rifiuti è una delle cose più gravi e dannose che si possa fare, una vera e propria forma di autolesionismo ambientale”. È quanto rende noto l’associazione Italia Nostra, sezione Alto Tirreno Cosentino.

Commenti