Preoccupati ma decisi a continuare il percorso di crescita.

Desta non poca preoccupazione il presunto atto incendiario che nella scorsa notte ha ridotto in cenere un lido balneare sul lungomare di Lampetia. Proprio nel momento in cui la città si sta gradualmente riappropriando dei suoi spazi, non solo a seguito dell’emergenza sanitaria, siamo costretti ancora una volta a registrare il ripetersi di un episodio delinquenziale.

Simili atti minano alle fondamenta la serenità di una città che con fatica e coraggio ha saputo reagire negli anni all’arroganza criminale, dapprima con l’impegno delle istituzioni che contro di essa hanno fatto fronte comune e poi con il senso di responsabilità dell’intera collettività che ha saputo isolare e ridimensionare presenze ed atteggiamenti delinquenziali.

Il fiorire faticoso di tante attività economiche, che hanno creduto nella rinascita della città, non può essere ostacolato dalla barbarie di pochi.

Nessuno pensi di poter spostare indietro le lancette del tempo dilapidando con simili gesti il prezioso lavoro finalizzato al ripristino dell’agibilità democratica svolto da questa, dalle precedenti amministrazioni negli anni scorsi e dalla comunità intera.

Proprio per tale motivo e mai come in questo momento è indispensabile che i cittadini e le forze sane della città, pur nel reciproco rispetto dei diversi ruoli ricoperti, mettano da parte divisioni e diano vita ad un fronte democratico che sia da argine a tali fenomeni delinquenziali . Allo stesso modo è quanto mai necessario che le forze dell’ordine e la magistratura, che nel recente passato hanno con profondo senso delle istituzioni e con indiscussa abnegazione svolto un ruolo prezioso nell’assicurare alla giustizia autori di simili atti, facciano luce su quanto accaduto e individuino il prima possibile i responsabili.

Lo dobbiamo alla nostra città per non interrompere il percorso di crescita.

L’Amministrazione Comunale

Commenti