Il nostro ultimo comunicato è stato accolto positivamente da molti cittadini, tutti disponibili a dare il proprio contributo e a pretendere le giuste azioni da parte delle istituzioni per salvaguardare la salute pubblica. Siamo veramente molto soddisfatti e orgogliosi di aver riscontrato nella cittadinanza quel senso di unione che abbiamo chiesto più volte e ci stimola molto la voglia di molti di voi di partecipare ai problemi della comunità e di Amantea.
Un primo passo, che vi comunichiamo, è stato fatto. Come Associazione Commercianti Viviamantea, Associazione Commercianti Campora e Consorzio Turistico Isca Hotels abbiamo presentato tramite PEC un esposto alla Procura della Repubblica di Paola per il tramite della Tenenza della Guardia di Finanza di Amantea e siamo sicuri che, questo atto, presto, produrrà l’attivazione, da parte della procura, dei dovuti controlli alle strutture CAS e alla gestione degli stessi sul territorio di Amantea e Campora S.G. Ma un passo ancora più importante lo dovremmo fare con una PETIZIONE POPOLARE da indirizzare ai commissari prefettizi e alla Regione Calabria. Le aree di Amantea e di Campora San Giovanni hanno bisogno di attenzione amministrativa non più rinviabile e la salute pubblica ora è una priorità assoluta. La città esige controlli sanitari, legalità e rispetto. Vi comunichiamo quindi che la RACCOLTA FIRME si farà giovedì 1 ottobre, dalle ore 9:00 alle 20:00, in Piazza Amanteani nel Mondo e domenica 4 ottobre, dalle ore 9:00 alle 20:00, in Piazza San Francesco.
Vi chiediamo di partecipare numerosi e di far partecipare, così da farci sentire tutti a gran voce.

Ecco il testo della petizione.

PETIZIONE POPOLARE
“ LEGALITÀ, UMANITÀ E RISPETTO PER AMANTEA”

Promossa dalla Associazione Commercianti Amantea, Associazione Commercianti Campora, Consorzio Turistico Isca Hotels.
Indirizzato alla Commissione Prefettizia del Comune di Amantea e alla Presidenza della Regione Calabria.

Chiediamo alle Istituzioni destinatarie della presente quanto segue :

  • utilizzare tutti i mezzi a loro disposizione per tutelare e garantire l’ordine pubblico e la salute pubblica nel territorio amanteano, ovvero collaborando fattivamente con le autorità preposte per attuare i DPCM governativi e tracciare correttamente il numero dei contagi, predisporre le dovute misure di quarantena, garantire un corretto tracciamento degli spostamenti e contenere al meglio la diffusione del Covid-19, per come previsto dalla legge, colmando urgentemente le lacune amministrative venutesi a verificare negli ultimi giorni.
  • predisporre i dovuti controlli per verificare idoneità e regolarità, ad ogni livello, del CAS di accoglienza collettiva, struttura ex albergo Ninfa Marina, dove si ritiene che le persone ospitate non ricevano i dovuti servizi e siano in numero eccedente da quello previsto e pertanto in condizioni non ottimali dal punto di vista umano e igienico-sanitario.
  • occuparsi urgentemente dei problemi strutturali e non più prorogabili in cui versano diverse zone del territorio, vedi Lungomare, Coreca e tratti di costa a Campora, che rischiano seriamente di sparire o di essere ulteriormente danneggiate se non si interviene con urgenza e con i dovuti lavori e, non da meno, occuparsi della corretta pulizia del territorio e del decoro urbano, elementi basilari che non dovrebbero mai mancare.

La salute pubblica è imprescindibile e al di sopra di ogni altra importante questione, ma la cittadinanza non può più tollerare nessuna mancanza amministrativa, soprattutto nelle questioni prioritarie e urgenti elencate sopra.

Si chiede di accogliere positivamente questa nostra petizione popolare.

Associazione Artigiani Commercianti Campora
Consorzio Turistico Isca Hotels

Commenti