“Le nuove disposizioni governative prevedono da domani la libera circolazione tra le regioni senza più obbligo di autocertificazione e senza più quarantena. Nonostante l’andamento della curva epidemiologica, positivo ormai da diversi giorni, in alcune Regioni, soprattutto del nord, continuano ad esserci nuovi contagi. Per questo motivo pur non esistendo alcun obbligo in tal senso chiedo ai nostri concittadini e a coloro che rientrano da Regioni dove ancora si registrano nuovi contagi, di segnalare il loro arrivo ad Acquappesa” Lo afferma il sindaco del comune di Acquappesa, sul Tirreno Cosentino. “Ripeto che non esiste alcun obbligo ma -Prosegue il primo cittadino- sarebbe opportuno favorire un monitoraggio dei rientri per per garantire maggiore tranquillità a tutti. Con le nuove disposizioni verranno meno, da domani, anche alcune prescrizioni più restrittive previste dalle ordinanze emanate dal sottoscritto, tranne qualche precauzione per evitare assembramenti. Resterà, però, per tutti, per come previsto dalla normativa nazionale, l’obbligo delle mascherine in luoghi chiusi aperti al pubblico, l’obbligo del distanziamento interpersonale, gli ingressi contingentati negli esercizi commerciali e negli uffici pubblici, e altre prescrizioni che verranno previste da provvedimenti governativi e regionali. Sono ormai dietro le nostre spalle i giorni bui, allontaniamocene definitivamente, ossevando le poche regole di comportamento che sono ancora necessarie”.

Tripicchio si appella al senso di responsabilità della comunità
“Facciamolo per noi ma anche per gli altri.
Grazie a tutti per la collaborazione prestata in questi ultimi tre lunghissimi mesi e che, sono sicuro, continuerà ancora”.

Commenti