Spaccio e detenzione di droga, arresti nel Crotonese

0
52

 

 

Nel corso di questa settimana, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e del “Piano di Azione Nazionale e Transnazionale – Focus ‘ndrangheta” sono stati conseguiti i seguenti risultati:

– arrestate nr. 02 persone;
– deferiti all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà nr. 02 persone;
– segnalata nr. 01 persona all’Autorità Amministrativa;
– controllate nr. 28 persone sottoposte a misure di sicurezza;
– identificate nr. 441 persone, di cui nr. 16 extracomunitarie;
– controllati nr. 260 veicoli (anche con sistema Mercurio);
– effettuati numerosi posti di controllo;
– elevate nr. 37 sanzioni per violazioni al Codice della Strada;
– effettuati nr. 06 fermi/sequestri amministrativi e/o penali;
– effettuate nr. 13 perquisizioni;
– accompagnate nr. 04 persone in Ufficio per identificazione;

Nel pomeriggio di domenica 3 febbraio u.s., personale della Squadra Volante ha segnalato amministrativamente al sig. Prefetto, L. L., nato a Strongoli (KR) classe 1960, ivi residente, in quanto assuntore di sostanze stupefacenti. Nella circostanza, il predetto, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di un involucro contenente gr. 0,3 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” e due involucri contenenti in totale gr. 4,7 di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, il tutto opportunamente sequestrato.

Nel pomeriggio del 3 febbraio u.s., in occasione dell’incontro di calcio “CROTONE – LIVORNO”, disputatosi presso lo stadio comunale “E. Scida”, personale della locale #DIGOS ha deferito in stato di libertà C. F., crotonese, classe 1998, meccanico, poiché, nel corso delle operazioni di pre-filtraggio svoltesi all’interno del settore Curva Sud del predetto stadio, veniva trovato in possesso di nr. 1 (uno) strumento per l’emissione di fumo (cd. Fumogeno).

Nella serata del 7 febbraio u.s., personale della Squadra Volanti ha tratto in arresto, I. I., bulgaro, classe 1989, e I. N. V., bulgaro, classe 1991, per i reati di “rifiuto di fornire le proprie generalità, false generalità, resistenza lesioni e oltraggio a P.U. e possesso ingiustificato di attrezzi atti allo scasso”. Nella circostanza I. I. è stato, inoltre, deferito per il reato di guida sotto l’influenza dell’alcool. Nella giornata di ieri, dopo aver convalidato l’arresto, l’Autorità Giudiziaria ha disposto per i due rei l’obbligo di firma nel comune di residenza mentre su disposizione del Sig. Questore della provincia di Crotone agli stessi è stato notificato il foglio di via obbligatorio dal comune di Crotone.

Commenti