Sanità depressa “I pazienti abbandonati a se stessi negli ospedali, questo é immorale”

0
246

Sanità…!

Per ora senza puntare il dito: regione, struttura, reparto, personale, ecc. ecc. per non ledere chi svolge correttamente il proprio lavoro che più che lavoro considererei “missione”.

Spero possa servire per un confronto con chi subisce le stesse problematiche oppure chissà… si metta una mano sulla coscienza chi si sente chiamato in causa!

Persone ammalate, già abbattute per non essere a casa propria, che vengono abbandonate a loro stesse se non ci fossero i parenti a controllare, vegliare, verificare che ci sia un malore, una flebo finita, la necessità di un cambio o qualsiasi altra necessità… e addirittura se disturbato (il personale) svolge le attività, con tutto comodo, anche dopo ore e con atteggiamento annoiato e sgarbato.

Al cambio i parenti fuori… cosa va nascosto? Quanto si è maldestri nel trattare persone doloranti?

Cateteri non cambiati per mesi, infermieri che minimizzano malesseri sino a causare patologie ancor più gravi di quelle all’ingresso della struttura, terapie che finiscono nella spazzatura perché al cambio turno non si comunicano le consegne, farmaci somministrati male, …ma solo perché un malato è anziano deve essere lasciato morire?

Questo è quello che accade!

Una persona anziana, tutto sommato attiva, che cammina sulle sue gambe, ironica, forte, combattente, chiacchierona, subentra un problema di salute, ma recupera per la grande forza per poi crollare in poche settimane in un abisso tra batteri ospedalieri, trascuratezze del personale, terapie non complete… sino a non muoversi, non parlare, non riconoscere!!!

Questo è quello che accade…

Commenti