L’ingresso nelle grotte dell’Isola Dino di imbarcazioni con i loro scarichi velenosi stanno minacciando seriamente l’habitat delle grotte stesse. Imbarcazioni di grosse dimensioni, come quella nelle immagini che ci sono pervenute poco fa insieme ad un messaggio accorato, vi arrivano con la prua quasi dentro e sostano, creando situazioni di pericolo nella fase di avvicinamento e poi di retromarcia ai bagnanti, ai pedalò ed ai gonfiabili vari che li possono stare, mentre le imbarcazioni lo fanno in violazione delle Ordinanze della Guardia Costiera di Maratea.
Abbiamo formalmente chiesto, sollecitati da persone che amano l’ambiente ed il mare nonché da coloro che hanno vissuto una situazione di pericolo, l’intervento della Guardia Costiera di Maratea. Ma con risultati poco significativi perdurando tale situazione di grave anormalità.
Per cui invitiamo tutti coloro che non accettano questo andazzo di cose a far giungere alle Autorità Marittime ogni utile segnalazione a riguardo (ingresso barche a motore nelle grotte e situazioni di pericolo) e ad inviare a questa Associazione le fotto delle barche a motore nelle grotte dell’Isola Dino o al loro ingresso in modo che possiamo intensificare sui social la nostra campagna di sensibilizzazione a tutela di questi habitat marini protetti che vengono costantemente minacciati da operatori delle visite e proprietari di barche a motore che, fatta qualche eccezione, non hanno alcuna sensibilità ambientale.

Commenti