Mercato settimanale, tensione tra ambulanti e polizia locale

0
570

Scalea-Tensioni nella prima mattinata di ieri nella zona di via Carlo Alberto Dalla Chiesa, dove si svolge il mercato settimanale del lunedì. I fatti si sono registrati tra le sei del mattino e le otto. La Polizia locale di Scalea ha organizzato un blitz per verificare i pagamenti dei cosiddetti posteggi. Gli spazi dove sono autorizzati a fermarsi per il mercato i venditori ambulanti.

I due accessi, a est e a ovest della strada a due corsie, dove si svolge il mercato sono stati chiusi, con la presenza degli agenti della Polizia locale che hanno avviato i controlli. La verifica, da quanto si è appreso, era mirata su ogni venditore ambulante che attraversava l’area e quindi sul pagamento eventualmente effettuato sulla tassa per l’occupazione dello spazio pubblico. Versamento che avrebbe garantito l’accesso. La situazione, da quanto si è appreso, si è subito surriscaldata. Uno dei venditori ambulanti ha contestato l’azione della Polizia locale.

Alle richieste degli agenti della Polizia locale di dimostrare il pagamento della tassa comunale, uno dei venditori si sarebbe opposto. Dapprima è nata la discussione, ma successivamente, secondo quanto si è appreso, il commerciante avrebbe cercato di forzare il blocco avanzando con il mezzo fino a toccare uno dei Vigili urbani che si era posto davanti all’accesso per evitare l’ingresso. La situazione è diventata incandescente e uno dei vigili urbani è riuscito anche a spegnere il motore del furgone.La tensione è aumentata e, dopo alcuni minuti la scena si è ripetuta. Anche un altro venditore ambulante è riuscito a saltare il filtraggio. E successivamente si è verificato un ulteriore episodio. Sono stati chiamati i rinforzi della Polizia locale. Uno degli agenti della polizia locale è stato visitato per un problema ad una spalla con prognosi di 15 giorni. Pare che i venditori ambulanti abbiano anche dichiarato di aver avuto rassicurazioni sul fatto che avrebbero potuto usufruire del posto vendita anche se non in regola con il pagamento.

Viene poi sollevata la questione del luogo dove si svolge il mercato settimanale che è una strada di grande accesso che, fra l’altro, farebbe parte non solo dell’importante rete di viabilità ordinaria, ma sarebbe anche inserita nei piani di sicurezza. Torna, quindi d’attualità, anche la questione dell’area mercatale che era stata già individuata nei mesi scorsi e che doveva essere realizzata in un’ampia area chiusa dai cancelli e quindi, eventualmente, anche facilmente controllabile dalle forze dell’ordine.

Matteo Cava (Miocomune)

Commenti