Nel corso di un servizio coordinato finalizzato al contrasto dello spaccio di droga, i carabinieri  hanno tratto in arresto un 22 enne e deferito in stato di libertà un altro coetaneo, entrambi sangiovannesi, in quanto ritenuti responsabili del reato di detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti.

Nella mattinata di ieri, i militari, durante una perquisizione domiciliare, hanno ritrovato nella stanza del 22 enne 250 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, pronta per essere messa sul mercato, un bilancino di precisione e la somma di 1.430,00 euro in contanti suddivisi in banconote di vario genere, verosimilmente provento di attività di spaccio. Il giovane, alla vista dei militari, è apparso da subito molto nervoso ed ha cercato di evitare il controllo nell’abitazione sostenendo che non ci fosse nulla da trovare. A tradirlo è stato il forte odore della marijuana che proveniva dalla sua stanza da letto. Dato il cospicuo quantitativo ritrovato, il ragazzo è stato dichiarato in stato di arresto e, su disposizione del Pubblico Ministero di turno presso la Procura di Cosenza, è stato posto al regime degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Nel corso di un’altra perquisizione domiciliare, eseguita sempre nella città florense, i Carabinieri hanno denunciato a piede libero un altro 22enne trovato in possesso di 15 grammi di marijuana suddivisa in 11 involucri, pronti per essere venduti. Nel medesimo servizio sono stati segnalati quali assuntori alla Prefettura di Cosenza altri 5 giovani trovati in possesso di modiche quantità di stupefacenti.0:00 / 0:00A San Lazzaro la sindaca permette…

Commenti