Non era mai successo, nella cittadina Perla del Tirreno Cosentino, che venisse meno il rispetto per quei pezzi d’arte che arricchiscono e avvalorano il borgo antico.
L’amara scoperta dell’artista diamantese, Antonino Perrotta, impegnato in questi giorni con il progetto OSA che valica i confini della cittadina per spostarsi nell’area del Laos.
“Una banda di ragazzi firmata Skate gang si aggira per le vie del centro storico di Diamante imbrattando muri e in alcuni casi anche opere murali. È stata imbrattata anche una mia opera dedicata ad un noto personaggio storico di Diamante, ma non solo. Imbrattano pareti nel cuore di Diamante scrivendo frasi senza senso” scrive Antonino Perrotta su Facebook.
“Diamante merita rispetto. Ho sempre cercato di sensibilizzare al bello attraverso la mia arte. Non è un post volto a colpevolizzare questi atti, ma vorrei far capire in qualche modo, comunicare, e sensibilizzare questi ragazzi all’enorme bellezza della città di Diamante. Metterei a disposizione la mia arte, tutto ciò che so fare, per trasformare quelle scritte senza senso in qualcosa di bello che non deturpi il nostro apprezzato centro storico, ma che lo arricchisca” continua il post Facebook in cui l’artista diamantese si mette a disposizione per creare qualcosa di bello da quei graffiti senza senso.
“Proprio oggi ho visto un gruppo di ragazzi della nostra città ripulire una zona abbandonata. Bisognerebbe prendere esempio da queste cose. Spero che questi atti vandalici si fermino qui!
Resta la mia completa disposizione a chi voglia imparare qualcosa! Potete contattarmi in privato, senza avere vergogna! Non dirò nulla a nessuno!”.
Conclude il post, Antonino, con un accorato appello agli autori del gesto, affinché quel gesto vandalico senza senso si trasformi in un’espressione artistica.

Commenti