Baby prostituta sul tirreno cosentino, proprietario club a giudizio alla procura di Paola

0
2533

Di Francesco Maria Storino

Sfruttamento della prostituzione minorile. Queste le accuse a cui dovrà rispondere Francesco D’Amato nel procedimento che si è aperto ieri mattina nel Tribunale di Paola.

La storia riguarda una minorenne e una ragazza maggiorenne, entrambe parte offese nel procedimento. I fatti sono accaduti in una frazione a Santa Maria del Cedro e risalgono a circa due anni e mezzo fa.

La vicenda coinvolge due ragazze rumene che lavoravano in un club. Un locale “equivoco” frequentato da gente di diversa età. Posti nei quali la presenza di belle donne funge anche da “esca” per i clienti. Viene contestato quindi nello specifico al proprietario del club il concorso formale e lo sfruttamento della prostituzione minorile.

Commenti