Qui non c’è nessuno, nè sanitari, nè protezione civile. Siamo scesi dall’aereo e come se niente fosse stiamo rientrando. Potremmo anche avere la peste che nessuno lo saprebbe“. E’ quanto dichiarata da una ragazza che è tornata in Calabria con un volo atterrato ieri in tarda serata e proveniente da Milano, dove sono stati registrati casi di Coronavirus.

Commenti