“Sono vicino alla comunità Camporese, per il difficile momento legato al focolaio sviluppatosi in questi giorni, che conta all’incirca 30 persone positive, tra cui alcuni bambini in età scolare in quarantena.
Seguo l’evolversi della situazione quotidianamente, dando voce alle tante sollecitazioni pervenutemi, soprattutto per le giustificate preoccupazioni sulle riaperture delle scuole, riportandole presso la casa comunale.
Com’è noto, a seguito della valutazione epidemiologica fornita dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Cosenza, è stata disposta la sospensione di tutte le attività didattiche in presenza nelle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado di Campora fino al prossimo 17 aprile.
Nella sostanza si è deciso di circoscrivere in una micro area, la comunità scolastica di Campora, ritenendo non opportuno estendere anche al territorio di Amantea tale provvedimento, mantenendo di fatto aperte le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, secondo quanto stabilito dall’Ordinanza Regionale n. 21.
Non metto in discussione la valutazione del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Cosenza, ma chiudere solo le scuole di Campora, essendo la nostra un’unica realtà, la ritengo in questo caso una decisone non condivisibile.
Le due realtà sono e saranno strettamente collegate e coese, come una vera comunità.
Ho sentito personalmente alcune associazioni di volontariato, attive sul territorio per dare eventuale supporto nell’ amorevole assistenza, ove ve ne fosse bisogno, ai cittadini di Campora e di Amantea.
Faccio un appello particolare alle persone positive in questo momento in quarantena; se avete esigenze particolari, io sono al vostro fianco per darvi voce.

Teniamoci tutti insieme per mano, Amantea riuscirà a superare anche questo brutto momento”. Così Vincenzo Lazzaroli, esponente locale di Forza Italia.

Commenti