“Siamo in tanti a non aver accolto l’invito di partecipare alla manifestazione di protesta, pacifica, organizzata da qualche commerciante di via Margellina. Una non partecipazione motivata da una errata organizzazione della stessa e, soprattutto, da ciò che anche le pietre sanno: la chiusura, o meglio la pedonalizzazione di questa strada, per 24 ore al giorno, non è voluta da tutti e non trova unanimità di consensi in chi, lì, ha la propria attività commerciale e professionale.
Dunque, è risaputo che l’eventualità di chiusura perenne creerebbe una situazione di vantaggio per pochi e di svantaggio per tanti. È sempre stato così. Invece, la soluzione adottata dall’Amministrazione comunale, di chiusura al traffico nelle ore serali e notturne, è la perfetta sintesi di tutte le posizioni, anche perché nessuno può cercare di prevalere sugli altri. Non è corretto e non è intellettualmente onesto.
Cosa dire, inoltre, di chi getta fango sull’immagine di Fuscaldo, parlando di degrado? Il degrado di cui si parla, spesso, è figlio dell’inciviltà ed in questi casi si dovrebbe fare fronte comune per arginare chi sporca l’ambiente e non prendersela con il Comune, che già deve fronteggiare mille problematiche, compresa la crisi del sistema dei rifiuti, che sta colpendo tutta la Calabria e che, in queste ore, si sta affrontando, grazie all’impegno degli operatori ecologici e dell’amministrazione tutta, nella persona del vicesindaco Paolo Cavaliere, che, dalle 4 di ogni mattina, segue le operazioni di pulizia e di ritiro dei rifiuti.
Questa è la realtà dei fatti e ci auspichiamo che, per il futuro, prevalga sempre il buon senso e la difesa degli interessi di tutti”.

Un gruppo di cittadini fuscaldesi

Commenti