ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI DIAMANTE

ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI MARATEA

AL COMUNE DI DIAMANTE

AL COMUNE DI BUONVICINO

Ogg. : Acque di balneazione e spiagge libere.

Ognuno per proprie competenze

Come ambientalisti ribadiamo la necessità di tenere sotto costante controllo le acque del Fiume Corvino che sfociano a mare nella spiaggia libera del nostro comune . Chiediamo un controllo delle attività turistiche esistenti lungo il Corvino, sia nel territorio di Diamante che di Buonvicino. Che tali attività siano muniti di pozzi neri compatibili con le normative vigenti. Spesso accade che le acque del fiume Corvino, durante tempeste di pioggia, si colorino di giallo e di detersivi probabilmente provenienti da scarichi abusivi.

Chiediamo che l’ingresso di autospurgo all’interno dell’area del Parco Lavalva venga autorizzato, in orari prestabiliti, vietandone la circolazione notturna, dai vigili urbani ai quali deve essere dichiarato il luogo dove questi si recano per la ripulitura del pozzo nero.

Per quanto riguarda le Spiagge Libere, chiediamo che le aree demaniali effettivamente non in concessione dei lidi vengano tutte utilizzate per tale finalità e che venga verificato quanto prima, il rispetto del comma 4 dell’art. 6 del PIR che prevede che il PCS deve garantire, compatibilmente con la orografia dei luoghi , il mantenimento di aree di libera fruizione nella misura non inferiore al 30% del fronte mare calcolata in relazione all’estensione della fascia demaniale disponibile alla balneazione , escluse le varie fasce di rispetto non balneabili. Chiediamo un immediato controllo sugli spazi delle spiagge libere che non vengano “erose” dai lidi adiacenti, e che siano indicate ai bagnanti con cartelli indicanti i metri a disposizione .

COMITATO DIFESA AMBIENTE di Diamante e Cirella

DIAMANTE 20 GIUGNO 2020

Commenti