In ordine agli avvisi di accertamento Tari 2016 e 2017 che sono stati notificati o che sono in notifica in questi giorni ai nostri concittadini, questo Assessorato senza sollevarsi dalle responsabilità del caso, nel chiedere scusa a tutti i cittadini per il disagio arrecato, fa presente senza mezzi termini che si sono rinvenute carenze di ordine tecnico nella  rendicontazione dei pagamenti per gli anni di competenza.

Però, oltre alle scuse, sin da subito ci si è adoperati per gestire al meglio la risoluzione della problematica ponendo in essere una serie di importanti misure. Innanzitutto, si è provveduto di fatto a congelare i termini prescrizionali degli accertamenti cosicchè per l’eventuale esibizione dei pagamenti effettuati può non tenersi conto del termine perentorio dei 60 giorni e quindi potranno essere comunicati e/o esibiti anche dopo così da favorire l’annullamento dell’accertamento stesso. Il tutto è stato altresì comunicato con avviso alla cittadinanza dalla società Andreani Tributi che tra l’altro in spirito di fattiva collaborazione sta provvedendo ad effettuare una massiccia bonifica dei dati di interesse. Poi, per l’invio o la dimostrazione dei pagamenti si sono attrezzate pec, semplici mail, gestione per appuntamento anche telefonico e l’invio ai numeri di interesse anche dopo aver contattato l’addetto responsabile, pure se necessario, di un semplice watts up. Inoltre è stata data completa disponibilità dell’Ufficio Tributi del Comune per ogni chiarimento di ordine tecnico ai cittadini sull’accaduto ed ove possibile per operare controlli di merito preventivi in tal senso.

In merito, poi, alle richieste venute da più parti di annullamento degli avvisi e/o sospensione degli stessi è bene precisare che nell’invio massivo erroneo effettuato per gli anni 2016 e 2017 sono presenti anche un numero considerevole di contribuenti per i quali deve essere accertato-richiesto un pagamento (semplificando mancati incassi Tari), che si avvicina complessivamente a circa 900 mila Euro e la cattiva gestione in tempistica di una evenienza del genere anche di ordine squisitamente tecnico-procedurale potrebbe arrecare all’Ente danni ben più grandi che si devono in tutti i modi scongiurare e prevenire e poi per rispetto anche di chi ha correttamente onorato sempre il proprio dovere di contribuente.

Nello scusarsi ancora, l’intento ed interesse è e sarà sempre quello di garantire la massima attenzione nei confronti del cittadino soprattutto in un periodo storico nel quale è estremamente necessario contemperare le evenienze legate all’emergenza pandemica ed in tal senso si confida in ogni modo nel buon senso e nella collaborazione massima di tutti, perché nulla è fatto di proposito ed in danno della comunità questo lo si può affermare e lo si affermerà in ogni modo e sede con estrema certezza.

                                                                                                                 

                                                                                                              Assessore al Bilancio, Dott. Angelo Greco (Vicesindaco).

Commenti