“La situazione Covid-19 ad Amantea è ormai diventata insostenibile, con una cifra che raggiunge quasi i 100 casi di positività e con persone costrette a vivere in un appartamento occupando un numero superiore rispetto all’effettiva capienza degli spazi a disposizione”.
È così che interviene Graziano Di Natale (IriC), segretario-questore dell’Assemblea regionale alla fine dei lavori della seduta consiliare al fine di sollevare la questione relativa ai casi di coronavirus di Amantea.
“Ormai – afferma – si tratta di un problema di ordine pubblico non più superabile per cui chiedo al Presidente della Giunta e all’intero consiglio di non abbassare la testa di fronte a questa vicenda. È necessario intervenire subito, sia perché non ci sono i mezzi necessari per fronteggiare una epidemia che ormai ha raggiunto numeri elevati sia perché si mette a serio pericolo una intera popolazione. Ringrazio intanto tutte le forze dell’ordine e quanti si stanno adoperando per garantire la sicurezza del nostro territorio, ma certamente non basta”.
“Ricordo – continua Di Natale – ​ dapprima a me stesso, che già il 13 luglio 2020, con l’interrogazione n°51, sollevavo il problema dei migranti allocati presso il centro di accoglienza Ninfa Marina senza aver ricevuto alcuna risposta da parte della giunta regionale”
“Auspico – conclude – che si possa trovare al più presto risoluzione a questo problema che inizia a diventare davvero imbarazzante. Non dimentichiamo che il ruolo delle Istituzioni è anche quello di garantire la salute pubblica e i cittadini di Amantea hanno il diritto di essere tutelati”.

Commenti