In questa emergenza sanitaria, caratterizzata dagli “arresti domiciliari degli italiani” e dalle restrizioni stile “nazismo” ma anche dal distanziamento imposto e dal controllo delle forze dell’ordine stile “Gestapo” e dal sistema d’informazione modello “Reichsministerium für Volksaufklärung und Propaganda” , mi sono ritrovato catapultato indietro di 90 anni nella storia. Ma, a differenza di allora che c’era la dittatura nazifascista, oggi ci ritroviamo due schieramenti politici, uno di centro sinistra e l’altro che si adegua a seconda degli interessi propri, che non dovevano assolutamente permettere ” l’olocausto sanitario” con migliaia di persone anziane decedute negli ospedali e nelle rsa. E, attraverso la dichiarazione “Emergenza sanitaria” sono stati commessi abusi sociali esclusivamente per attuare la prevaricazione dei diritti dei cittadini italiani sanciti dalla Costituzione della Repubblica Italiana emanate precisamente dopo la fine del periodo oscuro, per le deportazioni e le leggi razziali messi in atto contro i cittadini italiani di origine ebraica, della nostra Italia che ne ha caratterizzato, dopo la fine del nazifascismo, l’inizio della democrazia per opera e volontà dei nostri padri Costituenti.

Oggi, invece, a distanza di novant’anni è cambiato poco e, onestamente, penso che questo periodo della storia e dell’umanità sia caratterizzato da una grande lotta fra il bene e il male, dovuto al fatto che; chi ci vuole sottomettere non vuole la nostra libertà in quanto, gli uomini liberi rappresentano un pericolo per il sistema capitalista dominato dell’élite, essendo questi uomini liberi e ricchi di sapienza capaci di intendere e volere.
Questo sistema capitalista sul quale è stata basata la vita dei cittadini del mondo è fallito e, insieme allo stesso sistema, la politica mondiale che ha portato avanti, da buon emissario, i metodi punitivi per i dissidenti che credono ancora, nonostante tutto, nella democrazia e nella libertà dei popoli del mondo intero al costo di subire un tso o la quarantena obbligatoria e, nella maggior parte dei casi, contravvenzioni onerose oppure seri rischi di essere portati in ospedale in sala di rianimazione e poi magari intubati e spediti nell’aldilà con una cremazione per non lasciare prove.

Siamo in un momento buio dell’umanità d’ove il male sta tentando di prendere il potere assoluto attraverso la compiacenza e la collaborazione della parte malata della scienza al servizio della politica nel ruolo di emissario dello stesso sistema capitalista rappresentato, in questo caso, dalle Big Pharma e dall’alta finanza internazionale facenti parte del nuovo ordine mondiale con le famiglie Soros, Rockfeller, Morgan, Roschild, Gates e altri, che hanno l’obiettivo di dimezzare la popolazione mondiale per averne il controllo assoluto evitando così l’insorgere di rivoluzioni contro lo stesso regime capitalistico totalitario che, avendo fallito drasticamente tenterà di annullare la volontà dei popoli attraverso le vaccinazioni di massa. I vaccini oltre a modificare il DNA umano inibiscono la volontà umana indebolendo il sistema neurologico per non reagire alla stessa sottomissione del pensiero unico imposto che verrà portato avanti senza scrupoli.

E se il pensiero unico fosse il risultato della nuova politica liberista, io dico No!!! Grazie.
Mi sarei aspettato democrazia e libertà e, invece, mi ritrovo nella peggiore delle dittature con la sola facciata della “illusoria” democrazia.

Occorre la massima attenzione e consapevolezza del pericolo che l’umanità sta attraversando per non far ripetere la storia e attraverso l’informazione vera e attivando le dovute misure urgenti volte a salvaguardare la vita dei cittadini del mondo, con la democrazia e la libertà che devono essere sempre le bandiere di ogni nazione da poterli lasciare in eredità alle future generazioni come patrimonio culturale dell’umanità intera.
Certi errori non si devono ripetere e se la legge dovesse stabilire che si sono commessi crimini contro l’umanità, chi ha sbagliato deve pagare.
Fra.Tut

Commenti