Rapina a mano armata in casa di 2 sorelle a Belvedere, donna colpita con il calcio della pistola

0
959

Di Antonello Troya

Rapina a mano armata in contrada Sant’Andrea ieri sera alle 21 a Belvedere Marittimo. Quattro uomini sono entrati in una casa dove si trovavano due sorelle di circa 50 anni, R.A. e R. F. le loro iniziali. Erano da poco passate le 21 quando le due donne hanno visto, attraverso l’ausilio di alcune telecamere poste all’esterno dell’abitazione, quattro persone con il volto coperto. Due di loro erano armati con pistola. Con una mazza hanno sfondato l’abitazione e sotto la minaccia delle armi hanno intimato la consegna dei soldi. Nella fuga sono riusciti a portare via dei monili in oro per circa 3 mila euro. Durante la concitata rapina uno degli uomini armati ha colpito con il calcio della pistola una delle due donne. Poi l’arrivo di un vicino di casa richiamato dalle grida delle donne, ha fatto fuggire i quattro malviventi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione e i colleghi della compagnia di Scalea, al comando del capitano Andrea Massari. I rilievi sono stati effettuati dal corpo speciale della scientifica. Al sopralluogo ha preso parte anche il legale delle due sorelle, l’avvocato Egidio Rogati (nella foto in alto) che ha denunciato i fatti agli inquirenti. Le indagini sono tuttora in corso.

Commenti