Sequestrate cento pedane di acqua minerale per un totale di cinquanta mila bottiglie tenute in condizioni igieniche precarie in un capannone industriale abbandonato utilizzato da un noto supermercato di via del Progresso a Lamezia Terme (il nome non viene fornito dalle forze dell’ordine). E poi, ancora, nello stesso edificio vino cileno imbottigliato nelle cosiddette bag box in versione regalo. 25 mila litri di vino, questi ultimi facenti riferimento ad un’altra ditta, anch’esso conservato non solo in condizioni igieniche non idonee ma anche con l’uso di additivi chimici di dubbia provenienza per impedirne l’irrancidimento.


È il frutto del sequestro portato a segno dagli uomini del Nas di Catanzaro guidati dal tenente Pizzurro, unitamente al locale Norm radiomobile della compagnia di Lamezia Terme e del personale dell’Icqrf Calabria e dell’Asp intervenuti sul posto. 

Fonte ed articolo completo su Lacnews24

Commenti