Ennesimo scandalo nella sanitá calabrese. Alcuni dipendenti erano a far la spesa, o una partita alle slot machine, invece che lavorare. È l’accusa nei confronti di 13 dipendenti dell’Asp di Reggio Calabria, in servizio presso il “polo sanitario” di Taurianova, accusati di assenteismo. Per tutti è scattato oggi l’obbligo di firma.

L’operazione è stata portata avanti dai finanzieri della compagnia di Palmi, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Palmi. Seguono aggiornamenti

Commenti