Belvedere, giovane fermato per droga libero con obbligo di firma

0
160

Marijuana e bilancini di precisione nel corso di una perquisizione in casa. Il giovane 23enne finisce ai domiciliari e, in seguito all’udienza di convalida, viene rimesso in libertà con l’obbligo di firma per tutti i giorni della settimana. E’ accaduto a Belvedere Marittimo, nel pomeriggio di venerdì e sabato si è svolta l’udienza di convalida. Si tratta di A.D., 23 anni, difeso dall’avvocato di fiducia Amerigo Cetraro.

Il giudice Vincenzo D’Arco del tribunale di Paola ha accolto la tesi dell’avvocato Amerigo Cetraro e, tenendo conto della situazione di incensurato dell’indagato, ha deciso per la remissione in libertà con l’obbligo di firma presso i carabinieri di Belvedere Marittimo. Il pubblico ministero aveva chiesto la custodia cautelare agli arresti domiciliari. Sono stati i militari del locale Comando Stazione, coordinati dal maresciallo Diana e diretti dal capitano Andrea Massari a bloccare il 23enne. Poco prima delle ore 16.00 di venerdì scorso, i carabinieri hanno eseguito una perquisizione domiciliare al giovane commerciante di Belvedere Marittimo.

Nell’abitazione hanno trovato 110 grammi di marijuana, una piccola parte contenuta in un involucro di cellophane; c’erano anche due bilancini di precisione, funzionanti, e una piccola somma in banconote di piccolo taglio, poco più di cento euro.

miocomune.it

Commenti