di ROBERTO PERROTTA*

Sebbene condizionato dall’emergenza sanitaria, il “4 Maggio” si è confermato data imprescindibile per tutti coloro che, in San Francesco di Paola, trovano il conforto della Fede e l’orgoglio dell’appartenenza. Al termine dei quattro giorni di solenni festeggiamenti, caratterizzati da un vigoroso ridimensionamento del programma abituale, la sensazione che tutto sia andato per il verso giusto è comunque prevalente rispetto alla nostalgia di una Festa che, per il secondo anno consecutivo, non ha avuto modo di svolgersi come tradizione vuole.

Il merito di questo risultato è figlio di un impegno collettivo, che si è concretizzato in un crescendo di iniziative, che hanno potuto prendere corpo grazie alla sinergia spontanea che solo la devozione al Santo è capace di istituire.

Ovviamente, principio ispiratore di ogni iniziativa è stato il Santuario, con la Comunità dei Minimi, guidati  dal M.R.P. Francesco Trebisonda (Correttore Provinciale dell’Ordine e Rettore del Santuario di Paola), sempre vicini e attenti anche al più piccolo dettaglio, e ben disposti  a concedere il passaggio del simulacro argenteo del Patrono per le vie cittadine nel pomeriggio del giorno conclusivo dei festeggiamenti. Un’iniziativa per la quale ritengo naturale esprimere la più profonda gratitudine, soprattutto perché ha fatto sì che ogni paolano abbia potuto sentire, in modo tangibile, la più autentica delle vicinanze, quella che soprattutto in questo momento così particolare, rappresenta lo sprone ad andare avanti dando il meglio di sé.

Come per l’edizione 2020, anche quest’anno attraverso il web è stato permesso ai fedeli di tutto il mondo di ritrovarsi in preghiera, soprattutto per tutti i nostri concittadini lontani, seguendo con afflato le tante iniziative messe in campo per unire nello spirito, chi rivolge il suo cuore al Santo Taumaturgo Paolano.

Migliaia sono state in questi giorni le visualizzazioni online sui canali dedicati a far vivere, anche se a distanza, le emozioni del IV Maggio. È doveroso, a tal proposito, ringraziare gli operatori del gruppo “TeleRadio Immagine – Paola Tv”, così come il gruppo “Lan Produzioni”, che sui rispettivi canali hanno offerto un servizio impeccabile, che ha reso fattibile la vicinanza dell’animo, laddove è stato irrealizzabile ritrovarsi fisicamente accanto.

È stato così possibile riconciliarsi, uniti nella devozione, partecipando anche alla solenne Concelebrazione Eucaristica di martedì 4, presieduta da S.E.R. Mons. Francescantonio Nolé – Arcivescovo di Cosenza-Bisignano. Una cerimonia culminata nell’atto di affidamento della Città al Santo con la consegna delle chiavi ad opera del sindaco, e nell’accensione della Lampada Votiva per mano del presidente f.f. della Regione Calabria, Nino Spirlì. Così come è stato possibile vivere la suggestione del passaggio motorizzato del Busto del Santo per le vie cittadine nel pomeriggio di giorno 4, quando anche il Patronato sulla Gente di mare d’Italia è stato celebrato con la consueta deposizione della corona d’alloro, quest’anno ad opera della Lega Navale, sullo specchio d’acqua antistante la marina cittadina, e quando il simulacro ha fatto visita all’Ospedale per portare conforto a quanti soffrono per problemi di salute.

Sin da giorno 1 sono stati caricati sulla pagina Facebook del Comune di Paola e del Santuario Regionale diversi contributi video, che ripercorrendo momenti storici delle passate Celebrazioni, hanno reso l’idea della dimensione vissuta in Città. Anche se in modo più sobrio è stato possibile onorare San Francesco in ogni quartiere della Città e presso la Casa Circondariale, dove tutti hanno accolto fra applausi e frasi di giubilo il tanto atteso passaggio della “vela” messa a disposizione da Antonello Zimmaro, accompagnata da Alessandro De Cesare, Marika De Cesare, Federico Scerra, Diego De Cesare, Federico Maddalena, Luca Caruso e Settimio Novello e impreziosita con le decorazioni floreali e gli addobbi predisposti da Rosa De Luca.

Il giorno 2 maggio alle ore 20:00, in diretta streaming sulla pagina ufficiale del Santuario Regionale San Francesco di Paola, è stato trasmesso il webinar sul tema “Charitas e Pandemia – il Tempo della Solidarietà”; sviluppato insieme alla giornalista Tiziana Ferrario, al M.R.P. Francesco Trebisonda, e al cantautore, nonché professore, Roberto Vecchioni. Un evento ricco di spunti e di riflessioni sui valori che hanno contraddistinto il nostro Santo Patrono, quali “Charitas”, carità e la priorità dei valori spirituali per la vita dell’uomo rispetto ai condizionamenti che derivano dai beni del mondo, valori, che assumono ancora più importanza  contestualizzati al momento odierno, dove la difficile situazione che stiamo vivendo, ci porta ad essere lontani fisicamente e per tali ragioni, deve suscitare in ognuno di noi una solidarietà profonda, perché il covid-19  è un mostro cieco e sordo, che non fa differenza di sesso, colore e classe sociale.

Il profondo legame con il Santo è stato anche così rinnovato, grazie ai messaggi di vicinanza da parte dei Padri Minimi che hanno fatto dono alla Città di accompagnare il passaggio della vela, custodendo nel veicolo una Reliquia del Santo, con la quale è stata estesa la benedizione e la protezione di San Francesco in tutte le strade del centro e delle periferie. Il passaggio della Santa Reliquia, è stato accolto dai cittadini festanti, con le immagini di San Francesco esposte dai balconi e le meravigliose decorazioni predisposte dai Comitati di Quartiere, che hanno così onorato il passaggio della vela.

Toccante anche l’omaggio del M° Giorgio Distilo durante il lancio della corona di alloro in mare, in memoria di tutti i marittimi.

Molto apprezzati sul web i contribuiti offerti dagli alunni delle scuole d’infanzia, primarie e secondarie di I° grado cittadine, che con estro artistico hanno celebrato San Francesco di Paola attraverso opere visive che hanno incontrato il gradimento dei tanti followers che la pagina “Città di Paola” ha su Facebook.

Stesso discorso per i contributi musicali dei due complessi bandistici “San Francesco di Paola” e “Giuseppe Verdi”, con l’esecuzione virtuosa di musiche che solitamente siamo abituati ad apprezzare fra le piazze della nostra Città, ma che hanno reso ugualmente un grande servizio per infondere serenità e gioia.

Il ringraziamento va alle donne e agli uomini delle forze dell’ordine tutte, ed in particolare al Dott. Giuseppe Zanfini dirigente del Commissariato di P.S. di Paola e al Commissario Dott. Pastore, che in misura ridotta causa situazione epidemiologica hanno permesso lo svolgimento della manifestazione nel pieno rispetto delle norme anti-covid 19  in onore del nostro Santo Patrono. Ulteriori ringraziamenti sono rivolti al Vice Sindaco Marianna Saragò per l’impegno, la collaborazione  e la dedizione profusa affinché tutto andasse per il verso giusto, all’ Ass. Grazia Surace per la parte artistica/illuminazione, all’Ass. Salvatore Romito ed all’Ass. Alessio Samà per la parte organizzativa, coadiuvati dal personale del manutentivo ed a tutti i Consiglieri Comunali, in particolare il Consigliere delegato ai rapporti con Il Santuario di Paola, Francesco Aloia e il Consigliere Francesco Giglio, che con il loro impegno hanno permesso, insieme al Santuario di Paola e agli ospiti intervenuti, il webinar di giorno 2 Maggio.

La speranza è che i sacrifici di questi mesi saranno presto ripagati, nella certezza che, non appena possibile, così come nelle volontà della Comunità dell’Ordine dei Minimi  e dell’Amministrazione Comunale, torneremo ad omaggiare il Santo Patrono festeggiandolo tutti insieme, uniti in un solo abbraccio fraterno, sicuri che anche in questa circostanza  Istituzioni religiose, Amministrazione Comunale, Forze dell’Ordine, Protezione Civile, dipendenti del settore Manutentivo, Cooperative, Scuole, Polizia Municipale, Fiamme Argento, Associazioni tutte e singole personalità, lavoreranno all’unisono, nel nome di San Francesco di Paola, così come già accaduto.

Infine ringrazio l’On. Graziano Di Natale che ha permesso la lodevole iniziativa del Vax Days, l’Ass. Dott. Ernesto Trotta e tutti i medici scesi in campo nella lotta contro il Covid, un impegno che ora tocca a noi onorare con comportamenti virtuosi consequenziali ai tanti intendimenti manifestati in questi giorni e, soprattutto, coerenti con l’energia positiva che questo “4 Maggio” è stato in grado, come sempre, di sprigionare.

*Sindaco di Paola

Commenti