Ad Amantea La situazione  è ormai desolante da decine di anni.

Il malcontento tra i cittadini e’ troppo grande, dal web spunta una schietta analisi che vogliamo riportare per stilare un desolante quadro generale della città amministrata dal sindaco Mario Pizzino.

“Ad Amantea Si è creata troppa convivenza col malaffare e i politici corrotti che fare epurazione oggi è impossibile. Sarebbe come setacciare la sabbia del deserto. Del turismo a mio modo di vedere non interessa a nessuno… Si punta a lucrare su qualche malcapitato che sceglie Amantea e sul ricambio di esso perché chi viene un anno non viene il secondo e poi, onestamente, al di là dei prezzi non vedo perché uno dovrebbe ritornare.. Amantea non offre nulla al visitatore. Manca la cultura dell’accoglienza. Regna il pressapochismo e la non legalità in ogni settore e dunque questo Si ripercuote su lavori pubblici, pulizia urbana, polizia locale etc. In alcuni momenti è impossibile circolare e ti devi stare accorto pure da chi con la bicicletta ti viene da senso contrario. Neanche a Napoli sono così caotici. Amantea non può essere solo la vetrina commerciale di via Margherita o qualche lido sul lungomare… Servono scelte radicali”