Il Codacons “Non si scherza con la sicurezza nelle scuole”

    0
    12

    Riceviamo e Pubblichiamo

    Il forzato prolungamento della pausa natalizia ha consentito all’Amministrazione comunale di eseguire alcuni lavori nella scuola “Patari-Rodari”. Proprio questa notte, infatti, è stata ultimata una scala esterna che consente un ulteriore accesso all’edificio scolastico.
    Tutto bene. Non proprio.
    Alcuni genitori preoccupati dall’assenza dell’obbligatorio cartello di cantiere, hanno deciso di rivolgersi al Codacons, per comprendere se tutto sia stato effettuato secondo le prescrizioni, considerato che già domani, i bambini torneranno ad affollare la scuola e finiranno per giocare su quella scalinata.
    Trattandosi di opere che vanno ad incidere sulla sicurezza di una scuola – sostiene Francesco Di Lieto del Codacons – abbiamo immediatamente formalizzato una istanza di accesso al Comune di Catanzaro.
    Dalle fotografie pervenuteci, infatti, le opere realizzate vanno a modificare la struttura esterna del fabbricato scolastico.
    Per questo motivo abbiamo ritenuto doveroso chiedere copia, non solo delle prescritte autorizzazioni tecnico-amministrative, ma anche del verbale circa l’avvenuto collaudo.
    Abbiamo diffidato il Comune, laddove la realizzazione dell’opera non fosse stata eseguita nel rispetto della normativa vigente ovvero non fosse stata sottoposta a collaudo, di impedire con ogni mezzo l’accesso e di provvedere all’immediata adozione di tutte le opportune cautele (non ultima quella di isolare l’area), onde scongiurare qualsiasi incidente, stante l’imminente riapertura della attività scolastiche.
    Ciò perché – prosegue Di Lieto – il Comune deve garantire, tutelare e monitorare lo stato di continua adeguatezza delle scuole alle norme vigenti nonché la sicurezza dei minori.
    Quindi se non è stata collaudata l’opera il Codacons pretende che venga immediatamente recintata e, ovviamente, vietato l’utilizzo.
    Abbiamo inoltre – prosegue la nota del Codacons – trasmesso l’istanza anche al Dirigente scolastico che, per espressa previsione legislativa, è il responsabile della sicurezza fisica dei locali scolastici e di chi li frequenta, per tutti gli atti di sua competenza.
    Da tempo il Codacons insiste sulla sicurezza degli edifici scolastici e ci sembra davvero singolare come il Comune di Catanzaro, sempre in difficoltà nel reperire fondi in questo settore, abbia ritenuto prioritario ed urgente l’esecuzione di una simile opera realizzata a ridosso di una ulteriore scalinata, già di suo pericolosa.
    Ora restiamo in attesa di poter visionare la documentazione richiesta, insieme al responsabile del procedimento e laddove non fossero state rispettate tutte le disposizioni di legge, confidiamo in un immediato intervento del Sindaco Abramo per scongiurare qualunque rischio, perché – conclude Di Lieto – sulla sicurezza dei bambini non si scherza.

    Commenti