Parlamentarie M5s: A Fuscaldo almeno tre candidati, a Paola “Solo” due?

0
516

I candidati del Movimento cinque stelle passano anche per questo appuntamento elettorale inesorabilmente dal Web,.

Le nuove regole dettate da Luigi Di Maio sono chiare: Alle parlamentarie si possono candidare tutti, non solo gli attivisti di vecchia data appartenenti ai meetup, ma anche le espressioni della società civile.

La svolta regolamentare Grillina, non sembrerebbe al momento piacere proprio ai vecchi temerari “Duri e puri” ma tanto è, e tanto basta per far si che i meetup possano provare ad organizzarsi nel proporre candidati.

Candidati appunto, al plurale, dato che in provincia di Cosenza la notizia “Curiosa” è che espressione di un meetup, o di una parte di esso, siano due, tre o più aspiranti senatori-deputati.

Circostanza abbastanza singolare dato che ( i finti e falsi perbenisti ci perdoneranno ) sulla base di tre voti da esprimere per ogni votante, la scelta di un meetup di sostenere più di un candidato farebbe tramontare ipotetici accordi ed aiuti reciproci tra più parti, indebolendo chi ha pochi voti online e mandando avanti chi invece da buona formichina ha lavorato bene finora.

La linea  tra incapacità politica e democrazia partecipata è sottile ma certo che alla parlamentarie della provincia di Cosenza Nicola Morra, senatore uscente, ed i nuovi scalpitanti outsider non risparmieranno colpi di scena.

Morra ha a Cosenza una base forte, composta dai fedelissimi rimasti,  non sarebbe difficile auspicare una sua riaffermazione, nonostante le tante critiche ricevute. Magari come il più votato. Parliamoci chiaro, o Morra va come capolista o per lui, cercare voti sul territorio, potrebbe diventare davvero insidioso.

Cercare voti in provincia di Cosenza non sembra spaventare Francesco Forciniti di Corigliano, già candidato alle scorse regionali.

L’avvocato sarà in buona compagnia, dato che a Corigliano si è candidato anche Francesco Sappia, attuale consigliere comunale di minoranza.

Due candidati anche nel meetup di Rende, che dovrebbe però sostenere Fabio Gambino, professionista dal curricula di tutto rispetto.

Lo storico meetup di Cosenza potrà contare anche sulla candidatura del Professor Alessandro Melicchio, mentre il tirreno cosentino dovrebbe esprimere molte candidature, senza però sfruttare i votanti online del litorale, racchiudendoli su di un solo candidato. A Paola al momento in due si sono messi in gioco: Francesco Eboli, sostenuto da Meo e Di Blasi, e Giovanni Luca Monaco, stimato dottore da sempre vicino alle battaglie grilline dei parlamentari calabresi.

Candidato anche il giovane Francesco Colonnese di Fiumefreddo.

Se a Paola i candidati saranno solo due, salvo sorprese ( E ci può stare ) a Fuscaldo saranno almeno in tre.

Incredibile ma vero.

Ben tre candidati, due dei quali, provengono dal meetup ( O dai meetup )

Luigia Leone sarà della contesa, così come Ivan Imbroinise e Pino Martino.

Non è dato sapere se ci sarà collaborazione tra i votanti fuscaldesi a tutti e tre gli aspiranti online, certo è che a Fuscaldo qualche difetto in comunicazione ci sarebbe.

Alle passate regionali, Eugenio Piemontese e Luigia Leone si candidarono. Il primo entrò nel listino grazie al supporto dei voti online della limitrofa Paola, la seconda venne  esclusa per motivi burocratici.

Piemontese poi non ricevette nemmeno il sostegno dei grillini Fuscaldesi dato che nel suo paese preso poco più di 90 voti.

…. Continua….

Commenti