Caro Sindaco, mi è pervenuta la richiesta di pagamento della tassa rifiuti per l’anno 2017.

Non avrei nessun problema a pagare al Comune quanto dovuto, per come ho sempre fatto, ma da qualche mese ho cambiato domicilio ed ora abito in c/da Chiaie ovvero “l’isola che non c’è”, si , non c’è per i servizi del Comune di Amantea, praticamente non esiste.

Non c’è illuminazione, la strada è senza manutenzione e principalmente senza un servizio di raccolta della spazzatura giornaliero, come nelle altre vie di Amantea.

Ogni sabato (quasi ogni sabato sigh.) vengono raccolti i rifiuti e peraltro in modo indifferenziato.

E allora mi chiedo, perche pagare per un servizio che non c’è?

Visto che sono costretto, quasi giornalmente , a recarmi a mie spese, presso l’isola ecologica per conferire i rifiuti in modo DIFFERENZIATO?

E non mi convince la risposta che avrebbe dato un funzionario ad un altro cittadino ” dell’isola che non c’è ” ovvero che si “paga per lo smaltimento”, perche se fosse così per tutti, non ci sarebbe problema, ma in questo caso mi sembra di essere un cittadino diverso, infatti nelle altre zone i rifiuti vengono raccolti quotidianamente e ” porta a porta “.

Le norme comunali, le leggi vigenti, non prevedono (ancora) cittadini di serie A e B.

Allora cortesemente ti chiedo, provvedi , tramite gli uffici da te diretti , ad organizzare un servizio di raccolta DIFFERENZIATA dei rifiuti per Via Chiaie, ed io onorerò il mio dovere civico pagando l’importo richiesto, altrimenti puoi già da ora passare la pratica all’ufficio contenzioso.

Non pagherò per un servizio che non c’è.

Se poi hai la possibilità, viste la mia vista debole, qualche lampione , anche di seconda mano, sarebbe gradito.

Durante la campagna elettorale molti dei candidati della tua lista sono girati per questa contrada, prova a chiedere Loro di impegnarsi a mantenere gli impegni presi.

Fiducioso in un tuo pronto intervento pressi gli uffici preposti, ti invio cordiali saluti ” dall’isola che da anni non c’è ” e che spero , grazie al tuo intervento , possa diventare, finalmente, una via che esiste per il Comune di Amantea.

Rosario Cupelli

P.S. Scrivo in sostituzione di altri, infatti una volta c’era un movimento stellare che era nato proprio per aiutare i cittadini, purtroppo è diventato un partito , ed ora ha dimenticato il ” Tour dei quartieri” , iniziativa nata proprio per cercare di risolvere i problemi dei residenti, e si limita a manifestazioni di facciata, politiche gridate e a tour elettorali , alla ricerca di facili consensi, come gli altri partiti, uguale, uguale.

Commenti