Vandalizzata la statua di Angelo, il cane ucciso a Sangineto (Cs)

0
106

Un atto vile quello compiuto ai danni della statua dedicata al povero Angelo, torturato e ucciso barbaramente da quattro giovani di Sangineto che era stata realizzata a Roma, nel Parco Ravizza del quartiere Monteverde. La denuncia arriva da Rinaldo Sidoli, responsabile centro studi del Movimento Animalista: «Ignoti hanno distrutto la statua dedicata ad Angelo, il cane ucciso barbaramente a Sangineto, in provincia di Cosenza. Il monumento era stato inaugurato il 21 gennaio 2017».

«Avete distrutto un simbolo di pace e amore – spiega – Avete ucciso un’altra volta Angelo. Quella statua rappresenta il rispetto della vita affinché non vinca sempre la cultura della violenza e della morte». Il leader animalista ha presentato una denuncia alle autorità competente. Ancora una sfregio alla memoria di Angelo, un randagio innocuo e socievole, ucciso senza alcun motivo da quattro ragazzi nel giugno 2016, che decisero arbitrariamente di togliere la vita a un cane randagio per divertimento, filmando addirittura la scena caricando poi il video sui social network.

angelo

Commenti